La 3M Pucciufficio Perugia si congeda con una vittoria

La 3M Pucciufficio Perugia si congeda con una vittoria dal proprio pubblico e condanna alla retrocessione la Termoforgia Moviter Castelbellino. Coach Brighigna aveva sottolineato nel pregara come tutto il gruppo fosse unito nel voler onorare il campionato fino in fondo e così è stato. Certo la gara non è stata entusiasmante e le perugine sono apparse svagate nella parte iniziale di gara con diversi errori in ricezione. D’altronde le avversarie erano chiamate a fare la gara e solo una vittoria poteva, alla luce dei risultati delle concorrenti, salvarle. Alla fine Rossit e compagne hanno fatto prevalere la differenza tecnica e portato a casa non solo i tre punti, ma anche l’immagine di una squadra volenterosa, che sa soffrire ed uscir fuori dalle situazioni scabrose. Caratteristiche assenti nella prima parte di campionato ed emerse quando la lotta per la salvezza è diventato il tema principale. La cronaca della gara vede Perugia in campo il sei+uno classico e quindi Bertinelli-Barneschi, Testasecca-Bigini, Rossit-Castellucci e Mastrofori libero. Coach Fusco schiera Quintabà in regia opposta a Lucconi, Rosa e Lombardi centrali, Morganti e Barbetta in banda, Anacleti libero. Come detto una partenza sofferta delle locali che sono sotto in entrambi i timeout tecnici. Brighigna prova a rinforzare la ricezione, con Piccari al posto di Castellucci, ed a spingere in attacco cambiando la diagonale principale, Brunelli e Fiorucci per Barneschi e Bertinelli. Non cambia nulla, la squadra è apatica e soffre i primi tempi di Rosa, l’ennesima ricezione mancata chiude il set a favore delle ospiti. Si cambia campo e fortunatamente anche approccio alla gara. Questa volta le biancorosse non si fanno sorprendere e creano break importanti, nel finale il tecnico tifernate deve intervenire quando si passa velocemente dal 22-18 al 22-21, ma alla fine un pallonetto vincente di Testasecca riporta in parità l’incontro. Castelebellino da il meglio di se nel terzo parziale, è quello decisivo perchè solo i tre punti possono assicurare il sorpasso in classifica sulle altre pericolanti ed uscire dalla zona retrocessione. Quintabà si appoggia molto ai primi tempi delle sue centrali che ripagano la fiducia accordata (15-21). Questa volta Perugia non molla e piazza un break di 10-2 spedendo le marchigiane al cambio campo con il forte rammarico di aver sprecato l’occasione della vita. Ultimo parziale ormai ininfluente per la classifica di entrambe le squadre e la vittoria arride alle locali.

3M Pucciufficio Perugia – Termoforgia Moviter Castelbellino: 3-1 (19-25 25-23 25-23 25-21)

Perugia: Rossit 18, Castellucci 9, Barneschi 15, Testasecca 8, Bigini 5, Bertinelli 1, Mastroforti(L), Fiorucci 4, Brunelli 1, Piccari. N.E.: Ciaglia. All.: Francesco Brighigna

Castelbellino: Rosa 13, Morganti 6, Lucconi, Barbetta 13, Lombardi 12, Quintabà, Anacleti(L), Mazzarini, Natale, Pieralisi 6. N.E.: Santolini, Angeloni. All.: Luisa Fusco

Arbitri: Giulio Bolici e Mario Scarpitta

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*