La 3M Pucciufficio centra la salvezza

La 3M Pucciufficio Perugia non fallisce l’appuntamento con il primo match point a disposizione per archiviare la pratica salvezza. Pur vincendo con tanta fatica sulla Caf Acli Stella Rimini per 3-2 incamera due punti preziosi che le consentono di disputare con serenità le ultime giornate di campionato. Un risultato importante ottenuto da una squadra che si era ritrovata a fine novembre senza guida tecnica e nei bassifondi della classifica. Il nuovo coach Brighigna ha da subito creduto nelle potenzialità delle ragazze ed operato alcune varianti tecnico-tattiche che si sono rivelate vincenti. La gara contro Rimini è stata affrontata con un po’ di nervosismo dalle biancorosse che hanno risentito della tensione data dalla posta in palio. Il tecnico tifernate recupera Bigini e Barneschi, in dubbio la loro presenza fino a ventiquattrore prima, e schiera il sestetto titolare, in panchina si rivede Gradassi dopo l’intervento. L’inizio non è dei più promettenti con Perugia che va sotto 0-4, la squadra è molto fallosa, tanti e troppi gli errori in ricezione e quando migliora c’è imprecisione in attacco. Le ospiti creano il break (9-14) e poi dilagano nel punteggio aggiudicandosi il parziale. Ripresa del gioco con le perugine in campo con ben altra determinazione. Fiorucci subentra a Barneschi sul 10-11 ed il parziale viaggia sul filo della parità, Rossit manda fuori un pallone in attacco (14-16), ma è lei a riportare in asse il punteggio sul 21-21. Il finale ai vantaggi premia le locali che impattano il match, ma è solo un fuoco di paglia perché nel terzo set si rivede la squadra di inizio gara. Brighigna chiude nel volgere di poco tempo i timeout discrezionali a disposizione (10-14), funzionano i primi tempi delle centrali che al contempo sono fallose dai nove metri. Rimini sembra controllare, ma coach Renzi è costretto all’interruzione (18-21) quando vede le avversarie avvicinarsi ed il tentativo di rimonta viene poi fermato definitivamente da una dubbia decisione arbitrale (22-23). Ospiti in vantaggio nel computo set e strada in salita per la 3m Pucciufficio. Brighigna rimescola le carte ed inserisce Pero per Testasecca e la neo entrata da maggiore brio alla manovra. Reattiva sotto rete quando mette a terra una palla vagante (14-12) creando il break decisivo, Barneschi in pipe porta al massimo vantaggio 21-17, ma la chiusura del parziale arriva con tanta fatica. Tie-break con Perugia che la fa da padrone. Barneschi e Pero confezionano uno dei pochi muri vincenti di tutta la gara (4-1), solo Bologna tra le fila romagnole prova a reagire con una diagonale stretta (6-4), ma non c’è più storia ed un suo errore in attacco chiude la gara. Le atlete biancorosse non hanno brillato, troppo importante la posta in palio e poca tranquillità in campo. Alla fine, però, arrivano i due punti ed il lungo applauso che il pubblico ha loro riservato.

3M Pucciufficio Perugia – CAF Acli Stella Rimini: 3-2 (14-25 27-25 22-25 25-22 15-11)

Perugia: Bigini 19, Barneschi 18, Castellucci 18, Rossit 11, Testasecca 4, Bertinelli 1, Mastroforti(L), Pero 6, Fiorucci 1, Piccari. N.E.: Ciaglia, Brunelli, Gradassi. All.: Francesco Brighigna

Rimini: Bologna 24, Carnesecchi 15, Giardi 12, Ridolfi 5, Soldati 5, Francia 3, Arcangeli(L), Mariotti, Francia, Ugolini. N.E.: Caimi, Calamai. All.: Wilson Renzi

Arbitri: Fabio Ercolani e Claudia Morganti

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*