La 3M Perugia si aggiudica il derby con Ponte Felcino

In serie B2 il derby fra 3m Perugia e Ponte Felcino vede le perugine trionfare per 3-1 di fronte ad un pubblico caldo e nutrito in quel del “Capitini”. Una vittoria meritata in cui le ragazze di coach Marangi hanno fatto valere tutto il loro tasso tecnico al cospetto di avversarie che hanno approcciato bene al match ma che non hanno saputo trovare continuità in tutti i set. La fase muro-difesa ed una battuta più incisiva hanno fatto pendere l’ago dalla parte delle biancorosse che ora veleggiano in seconda posizione.

CRONACA

Il primo set è contraddistinto da molti errori ambo le parti. La 3m Perugia appare più contratta e, dopo un iniziale equilibrio, le ponteggiane trovano un importante break sul 6-11. Grazie però ai punti di Ragnacci e alle giocate del duo Cicogna-Rossit, le padrone di casa si sono rifatte sotto fino ad arrivare al -1. Quando però la squadra di Marangi sembra aver ritrovato la propria identità di gioco, ecco che Ponte Felcino piazza l’allungo decisivo sul 14-19. Il recupero si fa molto difficile e le ospiti ipotecano il primo parziale sul punteggio di 21-25.

Ma nel secondo set cambia tutto. Le perugine sembrano da subito più ispirate delle avversarie ed allungano subito in maniera davvero consistente fino al 7-2. Tra le fila ponteggiane Maggesi fa il suo ingresso per Constantin, così come Servettini rileva Essienobon. La musica però non cambia. Grazie anche agli importanti muri di Diano, le biancorosse si sono portate sul pesante passivo di 15-4. Difficile per le ponteggiane tornare a galla e, quantomeno, provano a limitare i danni con Moretti e Cerbella. L’ultimo punto che firma il 25-11 è di capitan Rossit.

Il terzo set comincia con un canovaccio molto simile a quello precedente. Cicogna sale in cattedra e con un attacco e ben due ace fa volare la 3m sul 4-0. Diano fa il resto con una battuta che ora ingrana e mette in seria difficoltà le ospiti che vanno sotto di 7. Ponte Felcino riesce però ad accorciare ritrovando parzialmente lo spirito del primo parziale, ma non vanno oltre il -3, complice anche qualche errore di troppo delle ragazze di Marangi. Alla fine è però ancora Rossit a mettere in cascina il parziale e a portare avanti le biancorosse con il punteggio di 25-20.

Nella quarta frazione di gioco Ponte Felcino inizia meglio. Ragnacci riesce però ad invertire la situazione piazzando punti importanti e decisivi. Perugia chiude così il parziale sul 25-19 e riesce ad arrivare ad altri tre punti preziosissimi per le “velate” ambizioni della squadra del presidente Renzo Mastroforti.

INTERVISTE

Guido Marangi, tecnico della 3M Perugia:

“Abbiamo iniziato non benissimo, poi con una buona ricezione ed una fase muro-difesa importante abbiamo vinto gli altri set e abbiamo riportato a casa l’intera posta in palio. Il bilancio di questa prima parte di campionato è estremamente positivo, ma noi continuiamo a ragionare step per step. Ora abbiamo quasi ipotecato la salvezza, poi si vedrà.”

Silvia Rossit, capitano della 3M Perugia:

“Nel primo set siamo partite troppo contratte ed abbiamo trovato qualche difficoltà di troppo. Nei restanti parziali siamo venute fuori alla grande con una prestazione collettiva importante e con buoni muri. Siamo contente, oltre che per la vittoria, anche per il clima di festa che si è respirato oggi al Capitini. Pubblico numeroso e rumoroso, un bellissimo spot per le due società e per la pallavolo femminile in generale.”

3 M PERUGIA – SORBI GIOIELLI PONTE FELCINO 3-1

Set: (21-25; 25-11; 25-20; 25-19)

PERUGIA: Rossit 17, Ragnacci 14, Diano 14, Tarducci 13, Cicogna 9, Bertinelli 1, Mastroforti (L), Bernardini 1. N.e.: Pero, Narducci, Schepers, Zappacenere (L). All.: Marangi

PONTE FELCINO: Cerbella 14, Moretti 12, Bartolini 11, Essienobon 5, Constantin 4, Marcacci 3, Lillacci (L), Maggesi 2, Servettini. N.e.: Polimanti, Zangarelli, Migni, Maranghi. All.: Pugnitopo

Arbitri: Debora Nannini ed Emilio Serena

3M Perugia: (b.s. 8, b.v. 8, muri 9, errori 18)
Sorbi Gioielli Ponte Felcino: (b.s. 10, b.v. 4, muri 11, errori 17)

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*