La 3M Perugia cerca i primi punti a Roma

La 3M Perugia è chiamata all’esordio in campionato (serie B2 girone G). La squadra di Guido Marangi sarà impegnata (sabato 14 ottobre ore 19) a Roma, contro la locale formazione VolleyRò Casal de Pazzi. Una partenza tutta da decifrare per Rossit e compagne, chiamate ad affrontare un avversario piuttosto giovane per età, ma dalle grandi prospettive tecniche. VolleyRò Casal de Pazzi è una tra le migliori scuole giovanili d’Italia. Accoglie atlete da tutto il territorio nazionale. Da anni primeggia a livello nazionale in under 16 ed under 18. La formazione di B2 è proprio il gruppo che poi parteciperà al campionato under 16 (del Lazio).”Ci troveremo di fronte – precisa coach Marangi – una squadra composta prevalentemente da atlete under 16, che lo scorso anno hanno perso in finale il titolo nazionale. Volleyrò è una delle società italiana che meglio lavora con i giovani e i tanti titoli che ha ottenuto lo stanno a testimoniare”.Gioventù contro esperienza: sembra essere questo il tema della partita.”Con le ragazze sono stato chiaro – continua Marangi -. Dovremo saper interpretare bene la partita, cercando di gestire i momenti difficili, dove emergeranno le qualità avversarie. Allo stesso tempo dovremo approfittare degli errori e cercare di non commetterli”.La 3M Perugia ci tiene a partite bene in un girone tutto nuovo, che la vedrà spesso impegnata nel Lazio ma anche in Sardegna.”L’obiettivo resta sempre quello della salvezza, da ottenere il prima possibile. Così potremo dare spazio a qualche ragazza meno esperta e dare continuità all’ottimo lavoro che viene fatto a livello giovanile. Difficile dare un giudizio sul campionato, ci sono tante squadre che conosceremo solo dopo averle affrontate”. In vista della trasferta di Roma, Marangi non sembra avere grossi dubbi sulla formazione. L’unico riguarda la spalla di Rossit a posto quattro, con il ballottaggio tra Bernardini e Cicogna. Per il resto, Bertinelli sarà la palleggiatrice, Pero e Ragnacci le centrali, Tarducci opposto e Mastroforti libero.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*