Unipegaso

Invernalissima, Laura Biagetti vince la 39esima edizione VIDEO

Tra gli uomini si impone il keniano Kipkorir Chirchir Esastus della Futura Roma. Primo degli umbri è giunto Giulio Angeloni (Winner Foligno)

Invernalissima

Invernalissima, Laura Biagetti vince la 39esima edizione
di Luana Pioppi
BASTIA UMBRA – Il keniano Kipkorir Chirchir Esastus della Futura Roma e l’umbra Laura Biagetti dell’Athletic Terni sono i vincitori della 39esima edizione dell’ Invernalissima, la maratonina disputata questa mattina con partenza da Umbriafiere di Bastia Umbra e con un percorso che si snoda ai piedi di Assisi. La gara, organizzata dall’Aspa Bastia, ha visto presentarsi al via 1.439 agonisti che si sono dati battaglia sulla distanza di 21,097 km, più un folto gruppo di persone che ha preso parte alla stracittadina di 5,5 km, una passeggiata aperta a tutti.

Il primo italiano ad aver attraversato il traguardo è stato il marchgiano Antonio Gravante dell’Atletica Potenza Picena, giunto quarto assoluto a due minuti netti dal vincitore che si è imposto con il tempo di un’ora 8 minuti e 46 secondi. Il primo umbro, invece, è stato Giulio Angeloni dell’Atletica Winner Foligno, arrivato sesto dopo un’ora, 11 minuti e 19 secondi.

Buona prestazione anche per il testimonial dell’ Invernalissima: il 44enne perugino Leonardo Cenci. Il fondatore dell’associazione Avanti Tutta onlus, che da oltre 4 anni sta combattendo la sua lotta contro il cancro, ha chiuso la gara fermando il cronometro dopo 1 ora, 51 minuti e 48 secondi, migliorando di ben 2 minuti e 36 secondi il tempo ottenuto alla Run Tune up di Bologna, la 21,097 km a cui aveva partecipato lo scorso 10 settembre. Ha gareggiato con lui il Questore di Perugia, Francesco Messina.

“Ebbene sì – ha detto Cenci subito dopo la gara – ho migliorato il mio record personale nella mezza maratona, da quando ho ricominciato a correre con un cancro. Per me è stato in privilegio essere il testimonial di una gara di questo spessore e di averla corsa insieme un maestro di esperienza, un’ultramaratoneta del calibro di Francesco Messina, che mi ha aiutato a farla con la giusta testa, concentrazione e spirito. Certo, il freddo non ci ha aiutato, ma è stata lo stesso stata una giornata meravigliosa”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*