Il Valdiceppo basket si batte con onore contro il Matelica, ma alla fine va storta!

Il bicchiere, si sa, si può vedere mezzo pieno o mezzo vuoto, dipende da come lo si vuole guardare. E per la gara di Matelica vale lo stesso: certamente è arrivata un´altra sconfitta, di sicuro il ruolino di marcia dei bianco-blu lontano dalle mura amiche non è un granchè e per di più all´andata questa era stata una gara nella quale i ragazzi di coach Fabrizi erano stati capaci di dominare, giocando una partita pressochè perfetta. Ma, rovesciando il punto di osservazione, bisogna evidenziare segnali molto incoraggiandi dal modo in cui i ponteggiani sono stati capaci di trasformare una sfida che a metà gara poteva essere già segnata in un una gara vera, combattuta fino all´ultimo possesso.
Il via, date le presmesse, non era stato dei più incoraggianti: Amoroso è abile e a sfruttare il mismatch contro Orlandi vicino a canestro, ma in generale la difesa della Sicoma fatica a trovare il giusto equilibrio. Cercando di mettere pressione ma senza la necessaria convinzione, Casuscelli e compagni finiscono per fare il gioco degli avversari, che sono esperti e capaci di cogliere ogni minimo sbandamento. Un territorio nel quale´il veterano Luca Usberti nuota come un pesce nell´acqua, risultando non a caso il milgior realizzatore della partita. In attacco la Sicoma si muove meglio, sfuttando il maggiore dinamismo dei suoi lontano da canestro, con Patani e Serino in evitanza, mentre Anastasi punisce con la consueta puntualità gli aiuti a centro area colpendo dal perimetro.
Pur dimostrando a tratti di potersela giocare, la Valdiceppo però ha dei passaggi a vuoto preoccupanti, dimentica un paio di volte di coprire l´area nei rientri difensivi e si fa sorprendere da Nasini e Novatti proprio a ridosso della metà gara, scivolando a meno 13, lo scarto maggiore rimediato fino a quel momento.
Coach Mattioli, alla guida della squadra in questa occasione per la squalifica rimediata nello scorso turno da Fabrizi, è bravo a ricompattare il gruppo nello spogliatoio, e ad avvio ripresa la Sicoma sembra molto più lucida e determinata. La chiave del recupero è chiaramente nella maggiore solidità difensiva: la Vigor è forse sorpresa dalla reazione degli avversari e perde qualche pallone di troppo, mentre Mariucci apre il campo ad ogni occasione e innesca con grande lucidità l´uno contro uno di un Meccoli difficile da arrestare. Dagli scarichi della guardia assisana arrivano tiri aperti sul perimetro, con Orlandi e Patani che scaldano i morori e riportano le due squadre a contatto. Anche la panchina fa la sua parte: Giovagnoli è un bell´argine a centro area e fa sentrire i muscoli contro i lunghi avversari, i giovani Pozzobon e Domenis si mettono a disposizione e a più riprese lo scarto scende a soli quattro punti. Ai ponteggiani manca però la zampata finale: Usberti continua a martellare dalla distanza, ma i problemi arrivano soprattutto da Novatti che con il suo uno contro uno respinge indietro la rimonta della Sicoma.
Il pressing finale non ribalta la situazione, ma la reazione della Valdiceppo e la determinazione a non mollare lasciano buone speranze per la parte finale della stagione

[box type=”warning” ] Vigor Matelica – Valdiceppo 88 – 80 Parziali: 25-19, 23-16, 12-19, 28-26 Arbitri: Vigor Matelica: Ferretti 5, Novatti 17, Nasini 15, Amoroso 6, Dolic 9, Sorci 3, Pecchia A. 6, Servadio 4, Alex ne, Usberti 23. All. Pecchia A. Valdiceppo: Casuscelli 11, Mariucci 2, Orlandi 11, Meccoli 18, Serino 13, Domenis, Anastasi 10, Patani 13, Pozzobon, Giovagnoli 2. All. Mattioli [/box]
Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*