Perugia stende anche il Bari: al Curi ci pensa ancora Volta

Sotto i riflettori dello Stadio “Renato Curi” di Perugia va in scena l’ultima amichevole pre-stagionale dei Grifoni prima del ben più importante match di domenica sera contro la Reggiana, sfida valida per il secondo turno di Coppa Italia con vista su “San Siro”.

Il Perugia ospita la formazione pugliese del Bari guidata dal tecnico Davide Nicola, che nella stagione 2014/2015 del campionato di Serie B ha chiuso al 10° posto, con 49 reti subite e 43 goal realizzati.

Pronti via, la partita prende subito una piega positiva per il Perugia che al 3’ si ritrova in vantaggio grazie al difensore centrale Massimo Volta, che con uno stacco imperioso di testa spedisce la sfera alle spalle di Guarna sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Tutto lo stadio rimane col fiato sospeso quando il “bomber” Matteo Ardemagni, al minuto 20’, chiede il cambio a causa di un contrasto con un avversario. Per fortuna poi si tratterà solamente di un cambio precauzionale che Bisoli decide di fare per preservare al meglio il numero 9 in vista della partita di domenica.

Al suo posto entra Samuel Di Carmine. Problemi più seri sembra invece accusare un altro Grifone, Vittorio Parigini che viene sostituito da Mendez. Al 38’ minuto va in scena il “Salifu Show”, che con una serie di dribbling ubriacanti si porta a ridosso dell’area di rigore avversaria, pensa al tiro, ma invece di calciare in porta serve il compagno Mendez, meglio posizionato, che tenta il piazzato sul palo lontano ma la conclusione viene ribattuta da un difensore barese.

Brividi al 39’ per Bisoli e i suoi, a causa di una bella punizione calciata da Rada che non fa altro che esaltare le qualità acrobatiche del giovane Zima. Il primo tempo si conclude dunque sull’1 a 0 per il Perugia, che pur non facendo del possesso palla una delle sue armi migliori riesce ad essere cinico e concreto sotto porta.

Le squadre tornano in campo per la ripresa agli ordini del fischietto romano Andrea Morreale. Da notare per il Perugia l’entrata in campo del numero 1 Rosati, del capitano Comotto, di Rizzo e Fabinho. Al 12’ Volta sembra averci preso gusto quando tenta, questa volta di piede, un tiro su traversone dalla destra di Del Prete, che finisce però debolmente tra le braccia di Guarna.

Al 19’ il primo assistente di Morreale, il signor Andrea Ragnacci di Gubbio, strozza l’urlo in gola all’attaccante brasiliano Fabinho, il quale viene pescato al di là della linea difensiva di Nicola. Al 20’ Taddei lascia il campo, dopo una buona prestazione, al suo posto entra con il numero 24 Pettinelli.

Al 25’ il Perugia si rende nuovamente pericoloso, con la conclusione di Mendez che termina al lato di pochissimo. Altri cambi per Bisoli, al 32’ esce Alhassan per Proietti e Di Carmine per Boscolo Zemelo. Reazione biancorossa, sponda Bari, su una punizione calciata dall’ex Bologna Gianluca Sansone, ottima la deviazione oltre la traversa di Rosati. Altro cambio per il Grifo, con l’entrata di Cherbassi al posto di Mendez.

Al 45’, senza neanche un minuto di recupero, il signor Andrea Morreale mette fine alla partita, che vede il Perugia superare il Bari per una rete a zero. Una bella iniezione di fiducia per i Grifoni di Pierpaolo Bisoli, soprattutto in vista della sfida di domenica contro la formazione emiliana della Reggiana, sfida valida per il secondo turno di Coppa Italia.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*