Grifo sconfitto 2-1: con lo Spezia vede il Diablo e sveste i panni del corsaro

Il Perugia si è dimostrato superiore in tutto e per tutto ai padroni di casa, ma ha sprecato il gol del vantaggio e ha concesso due gol tra il fortunoso e il rocambolesco

I ragazzi di Bucchi sono stati sconfitti a La Spezia per 2-1
I ragazzi di Bucchi sono stati sconfitti a La Spezia per 2-1

Il Grifo, sconfitto 2-1, con lo Spezia vede il Diablo e sveste i panni del corsaro

da Marco De Ciuceis

Un Perugia che attraversa un calo di condizione fisiologico e che sale a La Spezia con diversi problemi di infermeria, tra l’altro tutti concentrati nella zona nevralgica del campo, decide di svestire i panni del corsaro e di indossare quelli, ben più stagionali, da Babbo Natale.

Sì perché i ragazzi di Cristian Bucchi, che pure sono  passati in vantaggio con un gol di Samuel Di Carmine “alla Higuain” – una bella girata partendo da spalle alla porta – al 13’ del primo tempo, si sono via via spenti ed hanno consentito agli spezzini di pareggiare e poi vincere con una doppietta – il secondo tra l’altro segnato di schiena – del Diablo Pablo Granoche.

Successivamente alla seconda marcatura dei liguri, il Perugia ha fallito due incredibili occasioni da rete con Nicastro che, prima, solo davanti a Chichizola, ha tirato sul fondo cercando di piazzare il pallone alla destra del portiere avversario, e Drole, che, invece, essendosi aperto il tiro di fronte all’estremo spezzino con un dribbling ubriacante, ha poi pensato bene di centrare il portiere stesso.

Dispiace particolarmente perché il Perugia si è dimostrato superiore in tutto e per tutto ai padroni di casa, ha sprecato il gol del vantaggio inventato da Di Carmine, e ha concesso due gol tra il fortunoso e il rocambolesco ad una formazione che fino a quel momento non era mai riuscita ad inquadrare lo specchio della porta.

Chissà se, visto che l’amalgama non si può comprare, come scoprì suo malgrado il presidente del Catania Angelo Massimino, magari a gennaio non sia disponibile sul mercato un po’ di cinismo… ecco al Perugia sembra mancare un po’ di quello e della furbizia di non farsi espellere a tempo scaduto – anche se al termine di una partita che stai perdendo – vero Monaco?

 

Formazioni ufficiali

Spezia: Chichizola, Valentini N, De Col, Piccolo, Migliore, Terzi, Piu (Baez 45’s.t.),  Vignali, Maggiore(Signorelli 40’s.t.), Granoche, Pulzetti (Deiola 23’s.t.). A disposizione: Valentini A. Ceccaroni, Datkovix, Mastinu, Galli, Cisotti. Allenatore: Domenico Di Carlo

Perugia: Rosati, Monaco, Guberti (Drole 23’s.t.), Ricci(Acampora 10’s.t.), Di Carmine, Dezi, Volta, Del Prete, Nicastro, Di Chiara, Brighi (Zebli 17’p.t.). A disposizione. Elezaj, Imparato, Didiba, Bianchi, Alhassan, Buonaiuto. Allenatore: Cristian Bucchi

Arbitro : Fabrizio Pasqua della sezione di Tivoli
Assistenti: Luigi Lanotte di Barletta e Giovanni Colella di Padova.
IV uomo: Lorenzo Bertani di Pisa

Marcatori: Di Carmine 13’p.t., Granoche 12’s.t. e 27’s.t.,

Ammoniti: Ricci 24’p.t., Del Prete 44’p.t., Vignali 6’s.t.,Migliore 38’s.t.,

Espulsi: Monaco 47’s.t.,

Angoli: 7 – 2

Recupero: 1 min. p.t., 3 min. s.t.,

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*