Unipegaso

Grifo Perugia, contro il Sassuolo il cuore non basta

Una partita davvero gagliarda quella della Grifo Perugia contro la capolista Sassuolo: una prova encomiabile tra le mura di casa dove però gettare il cuore oltre l’ostacolo non è bastato nemmeno per riportare a casa un ottimo punto. Alla fine il punteggio dice 2-1 per le avversarie dopo un match veemente e agonisticamente combattuto. La Grifo Perugia fino al 90’ era riuscita a limitare le emiliane in maniera più che egregia difendendo l’1-1 dopo una prima frazione giocata alla grande. Il gol del vantaggio biancorosso è arrivato al 12’ minuto sugli sviluppi di un corner battuto da Pellegrini: Monetini ne approfitta ed è brava a portare le sue in vantaggio. Non poteva esserci inizio migliore. La partita prosegue su ritmi elevati con un Sassuolo apparentemente stordito dalla rete delle padrone di casa. Al 38’ minuto è Pellegrino a provare il raddoppio: Tasselli è brava ad opporsi. Nella ripresa le emiliane operano subito un cambio e si gettano alla ricerca del pareggio: fuori Faragò, dentro Orsi. Ci prova Costi senza trovare però lo specchio della porta difesa da Marroccoli. Bianconi invece di testa non riesce a sugellare la partita a favore delle perugine ed ecco che al 21esimo Burzi è brava ad approfittare di una mezza distrazione delle ragazze di Valentina Belia: la numero cinque fa 1-1. Il Sassuolo poco più tardi rimane però in dieci per le proteste di Zanoletti. Le neroverdi, nonostante l’inferiorità numerica riescono a mettere alle strette una Grifo comunque encomiabile per il coraggio mostrato e per come ha cercato di difendere l’1-1. La beffa arriva nel secondo minuto di recupero, quando Barbieri, su punizione da distanza considerevole, è bravissima a trovare il set e a regalare tre punti importantissimi al Sassuolo in ottica primo posto. Termina così il match dopo quattro minuti di extra-time. Il cuore non è bastato contro un Sassuolo dalle capacità tecniche davvero elevate, ma la Grifo ha lanciato un forte segnale: le Grifoncelle sono vive e venderanno cara la pelle a chiunque incontreranno da qui alla fine del campionato.

INTERVISTE

Valentina Roscini, presidente della Grifo Perugia:

“Non ho nulla da eccepire alle mie ragazze: hanno lottato come dei leoni e il pareggio sarebbe stato il giusto premio. Il Sassuolo è una squadra fortissima e costruita per vincere: sul gol che ha sancito la nostra sconfitta nel finale c’è solo da applaudire la prodezza di Barbieri su punizione. C’è però da registrare una nota fortemente negativa: il Sassuolo si è dimostrata squadra per niente umile e davvero poco sportiva nei confronti delle avversarie e del pubblico di casa. Questo me ne dispiace: tanto di cappello per il campionato che stanno facendo, ma per vincere c’è bisogno anche di qualità morali ed etiche che stanno alla base dello sport. Il pareggio sarebbe comunque stato un giusto premio per quello che noi abbiamo fatto vedere soprattutto nel primo tempo.”

TABELLINO

GRIFO PERUGIA – SASSUOLO 1-2 (1-0)

GRIFO PERUGIA: Marroccoli; Alessi (25’ st Accettoni), Monetini, Fiorucci G., Bylykbashi (25’ st Tuteri); Rosmini, Brozzetti, Bianconi; Fiorucci G.; Giovannucci, Pellegrino (25’ st Zelli). A disp.: Baylon, Ceccarelli, Fortunati, Serluca. All.: Belia

SASSUOLO: Tasselli; Gobbi, Maretti, Zanoletti, Barbieri, Burzi, Mastrovincenzo, Frost, Faragò (1’ st Orsi), Tardini, Costi. A disp.: Ierardi, Halitjaha, Imprezzabile, Casile, Cocconi, Giatras.

ARBITRO: Andreano di Prato (Capicci-Proietti)

MARCATORI: 12’ pt Monetini (GP), 21’ st Burzi (S), 92’ st Barbieri (S)

NOTE: espulsi: 23’ st Zanoletti (S); ammoniti: 47’ st Bianconi (GP)

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*