GRIFO: MISSIONE COMPIUTA

grifo_12di Andrea Sonaglia (UJ.com 3.0) PERUGIA – Un punto dal sapore dolcissimo, quello conquistato dalla Grifo Perugia in casa contro il Mozzanica. Le ragazze di Scapicchi hanno sofferto contro un avversario più quotato, sbagliato almeno un paio di clamorose occasioni e portato a casa un risultato che vale la conquista dell’appendice salvezza in casa. La contemporanea sconfitta del Fiammamonza in casa contro il Torino, infatti, ha consegnato alle biancorosse il quintultimo posto matematico. Nel primo tempo il Mozzanica ha messo in mostra le sue maggiori qualità tecniche e di gioco. Al 13’ la Scarpellini se ne va sulla sinistra serve al centro la Tarenzi che tenta il cucchiaio ma non trova la porta. Un minuto dopo la Grifo ha l’occasione per il vantaggio, ma la Pugnali non sfrutta al meglio un preciso taglio della Natalizi, calciando di esterno da buona posizione. Le lombarde allora riprendono a collezionare azioni pericolose. Ci vuole una super Monsignori, al 16’, per neutralizzare un gran tiro della Scarpellini, mentre al 26’ è prodigioso il salvataggio sulla linea della Pederzoli, su un bolide dalla distanza della Nasuti. Prima del riposo è la Perini ad avere una buona chance, ma tempestivo è l’intervento in angolo della Parise. Nella ripresa la musica non cambia: Mozzanica più pimpante in avanti e Grifo che prova a pungere di rimessa. Alla Monsignori toccano nuovamente gli straordinari, di fronte ad una Tarenzi davvero scatenata. Scapicchi punta sull’esperienza della Marchesi, al posto della Cianci, per arginare l’offensiva bergamasca e tenere il risultato positivo. Al 24’ la Pugnali ha sui piedi un’occasione d’oro, ma a fargli difetto è ancora una volta la precisione. Il risultato rimane in bilico, da Monza arrivano notizie piuttosto confortanti. Il Torino in vantaggio sul Fiammamonza apre scenari positivi in vista dei play-out. Il Mozzanica con Mauri e Terenzi continua a pungere. Scapicchi toglie un punta la Pugnali ed inserisce un difensore, la Ferretti. La Grifo prova a controllare e a condurre in porto un risultato fondamentale. Nel finale la neo entrata Ceccarelli (al posto della Pederzoli) fallisce a tu per tu con il portiere il gol-vittoria. Il triplice fischio finale dell’arbitro Pompei è comunque un segnale liberatorio: la Grifo è sempre più vicina ad una storica salvezza.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*