GRIFO, CONTRO LA LAZIO VALE DOPPIO

foto Grifo Perugiadi Andrea Sonaglia (UJ.com 3.0) PERUGIA – Quella che attende la Grifo Perugia è sicuramente una delle gare più importanti della stagione, se non la più importante. Un successo interno contro la Lazio, infatti, consentirebbe alle grifone di accedere matematicamente ai play-out, centrando con due giornate di anticipo quello che a stagione in corso è diventato un obiettivo primario. I tre punti, poi, permetterebbero alla Grifo di tenersi al riparo da possibili ritorni del Fiammamonza e di conservare il quintultimo posto che vale lo spareggio salvezza in casa. “E’ una partita davvero importante – ammette la Presidente Valentina Roscini – che dirà molto sul nostro, prossimo, futuro. Spero che le ragazze possano ripetersi a livello di prestazione, rispetto a quanto di positivo visto contro Mozzecane e Como”. Per un appuntamento così decisivo, è giusto chiamare a raccolta anche il mondo sportivo perugino. “Sarebbe bello ricevere il sostegno anche da parte di coloro che non sono i nostri sostenitori abituali. Il turno di riposo del Perugia spero possa aiutarci, fermo restando la possibilità per gli abbonati del Curi di entrare gratuitamente”. La settimana è scivolata via in maniera serena, con il tecnico Scapicchi che ha cercato di mettere a punto alcune fasi di gioco. Si è rivista Jessica Migliorini, anche se dopo la lunga inattività gli sarà risparmiata la convocazione. Sicura assente la Marchesi, che dovrà ancora scontare un turno di squalifica, mentre bisognerà attendere le ultime ore per conoscere la piena disponibilità dei difensori Parise e Ferretti. “E’ una partita che non possiamo assolutamente sbagliare – ci tiene a precisare il tecnico Scapicchi -. L’obiettivo primario è quello di entrare in campo con la massima determinazione e di conquistare l’intera posta in palio. Se ciò non sarà possibile, dovremo quantomeno puntare ad un risultato positivo per tenere a distanza la Lazio. Il fatto di giocarci l’accesso matematico ai play-out deve rappresentare un stimolo e non una paura. La Lazio? E’ un avversario che ha una storia nel calcio femminile e che quest’anno ha pagato i tanti avvicendamenti in panchina. Come noi mette insieme giovani e giocatrici esperte e chiaramente punta sulla voglia e sulla determinazione per colmare qualche il gap tecnico con la categoria”.

SITUAZIONE “SALVEZZA” – Il regolamento della massima serie del calcio femminile prevede 4 retrocessioni. Le ultime due della graduatoria scendono direttamente in A2, mentre le restanti sono le perdenti delle due gare secche dei play-out (sestultima Vs terzultima e quintultima contro quartultima, nei campi delle squadre meglio posizionate in classifica). Nel caso in cui tra la sestultima e la terzultima ci sia un divario superiore ai 9 punti, la terzultima retrocede direttamente e la sestultima si salva. A quel punto viene disputato un unico play-out (quintultima Vs quartultima). E’ questo il caso della stagione 2012-2013 (Pordenone 33 – Lazio 13 = 20). La Grifo attualmente quintultima con 17 punti, vincendo contro la Lazio conquisterebbe matematicamente l’accesso ai play-out, visto che restano solo due giornate al termine della stagione regolare. Negli ultimi 180 minuti la squadra di Scapicchi dovrà vedersela contro Mozzanica (casa) e Torino (fuori). Il Fiammamonza (16 punti, attualmente quartultimo), che punta anch’esso all’appendice salvezza, sarà impegnato nelle trasferte di Brescia e Mozzecane e nella gara casalinga contro il Torino. Dopo Perugia, la Lazio sarà invece impegnata nella gara casalinga contro il Napoli e nella trasferta di Mozzanica.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*