Grande successo per lo “Spring Boulder Contest” di Tacche e Svasi

Adulti, giovani e bambini. Tutti insieme per vivere una serata all’insegna del divertimento e dell’allegria, con una passione in comune: quella per l’arrampicata sportiva e in particolar modo per la disciplina boulder. Grande successo, in termini di partecipazione e consensi, ha riscosso lo “Sping Boulder Contest” manifestazione non agonistica organizzata dalla società perugina Tacche e Svasi per tenere a “battesimo” i nuovi blocchi tracciati da Riccardo Caprasecca, presso l’attrezzatissima palestra di Madonna Alta.

“E’ un evento che mette da parte l’agonismo – ci ha tenuto a precisa il Presidente di Tacche e Svasi, Carlo Baccarelli – perchè l’arrampicata è anche uno sport utile per socializzare e fare gruppo. Ci ritroviamo per festeggiare la primavera e l’arrivo di una stagione che ci porterà a vivere questa disciplina all’aperto, ognuno con le sue preferenze. Il bilancio della nostra associazione? E’ molto positivo, anche grazie al Comune di Perugia che dal 1992 ha scommesso su di noi e lo farà anche per il futuro, attraverso la concessione della palestra. Nel 2012 siamo passati da duecento metri quadrati a settecento di superficie calpestabile, tanto da diventare la seconda palestra di arrampicata del centro Italia. Gli oltre duecento soci, divisi tra senior e junior, con un’importante attività pomeridiana dai 6 ai 17 anni, dimostrano la bontà del nostro lavoro”.

Lasciando da parte le classifiche ed i punteggi delle gare “vere”, la serata ha avuto comunque un suo spirito competitivo con diversi premi per i migliori bulderisti e un gustoso rinfresco offerto a tutti i partecipanti dal Gruppo Grifo Agroalimentare.

“E’ un’iniziativa nata quasi per gioco – precisa Daniele Tolu, istruttore di Tacche e Svasi – che abbiamo abbinato all’esigenza di rinnovare il parco boulder. Invece che cambiare le prese autonomamente, come facciamo di solito, abbiamo pensato di chiamare un tracciatore di Roma molto noto, Riccardo Caprasecca e di abbinarci un evento. Sono stati invitati anche gli arrampicatori delle altre palestre di Perugia e della provincia: la risposta è stata davvero molto positiva”.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*