Gala Sport sul Perugia: “Fondamentale il recupero di Rizzo”

Nuovo appuntamento con Gala Sport. Martedì 12 maggio il consueto approfondimento sportivo di Tef Channel è tornato ad occuparsi delle vicende relative al Perugia Calcio e non solo. Ospiti del giornalista Andrea Sonaglia, presso la concessionaria Ford “Bacci Motors” di Perugia, il tecnico Paolo Flamini, i colleghi Ettore Bertolini (Tifogrifo.com) e Danilo Tedeschini (SportPerugia.it), l’opinionista Roberto Arcangeli e il Presidente del Csi provinciale di Perugia, Claudio Banditelli. La presenza di quest’ultimo è stata l’occasione per celebrare l’ottimo risultato ottenuto in termini di partecipazione e consensi con la manifestazione “Csi Day”, che si è tenuta sabato 9 maggio al Percorso Verde di Perugia. Banditelli ne ha approfittato anche lanciare la prossima iniziativa del Csi, sabato 16 maggio al Santa Giuliana, con i bambini protagonisti nel percorso di atletica e con i giochi sul prato. Tornado alle vicende del Grifo, il parterre di Sonaglia ha chiaramente espresso ottimismo sul finale di stagione. “In queste due partite, il Perugia ha l’occasione per acquisire la miglior posizione ai play-off. Il terzo o quarto posto restano un obiettivo forse difficile, ma raggiungere il quinto sarebbe già un bel risultato”. In vista della sfida con il Carpi, di quella conclusiva contro il Cittadella e dell’appendice promozione, particolarmente precisa e condivisibile è stata la disamina di Paolo Flamini. “Credo che il recupero di Rizzo sarà fondamentale per Camplone. Con lui, Fossati e Verre in mezzo al campo, il Perugia avrà equilibrio e i giusti tempi di inserimento. Davanti, detto che Ardemagni è insostituibile, si apre un bel ballottaggio per la maglia di seconda punta. Io vedo molto bene Parigini, ma se Fabinho verrà utilizzato come quinto di centrocampo a sinistra, con Faraoni a destra, non sarebbe male inserire Falcinelli, proprio con Ardemagni. Con gli esterni capaci di sfruttare al meglio il loro piede, la presenza di due attaccanti fisici dentro l’area, non può che agevolare la fase realizzativa. Lanzafame? A Pescara ha fatto buone cose, le migliori quando ha giocato dietro le punte. Quello è il suo ruolo, ma adesso il Perugia non può permettersi esperimenti. La sua presenza e quella contemporanea di Fossati e Verre a centrocampo, espone la squadra a troppi rischi in fase difensiva. Meglio come rifinitore dietro un’unica punta. La difesa? Ormai non ci sono più dubbi: Goldaniga, Giacomazzi e Mantovani, rappresentano per caratteristiche tecnico-tattiche la miglior soluzione a tre.  La forza del Perugia in questo finale di stagione sarà la possibilità di utilizzare una rosa numerosa e di qualità. Fabinho, Parigini e Lanzafame o Falcinelli, a seconda di chi giocherà dall’inizio, sono ricambi che nessun altra squadra può vantare”. Valutazioni che non vogliono diventare una sorta di pressione o pretesa rispetto al raggiungimento di certi risultati. “Il Perugia nelle ultime sei partite ha messo insieme quattro pareggi e due vittorie – ha precisato Danilo Tedeschini – ma ha perso in serenità e spregiudicatezza. A Pescara ha reagito e giocato meglio quando ha capito che non aveva più nulla da perdere. La chimera del secondo posto più che un stimolo si è rivelata un freno psicologico. Viviamo gli eventuali e auspicabili play-off come un’occasione e non come un obbligo e non dimentichiamoci che il Perugia quest’anno si è salvato con dieci giornate di anticipo”. La sfida di venerdì contro il Carpi e alla porte e Ettore Bertolini, con i consueti dati alla mano, ha presentato le peculiarità della truppa di Castori. “E’ una squadra molto giovane e tosta. Ha il secondo miglior attacco e la miglior difesa. Quei pochi gol li ha subito in gran parte nel primo tempo”. Dati da non sottovalutare, in vista di una partita che può sancire il raggiungimento del secondo obiettivo stagionale. “In queste due partite – ha commento Roberto Arcangeli – il Perugia ha l’occasione per migliorare la propria classifica e trovare una posizione più vantaggiosa nella griglia play-off. Non sarà una passeggiata, ma si può puntare all’intero bottino, sia venerdì che nell’ultima sfida contro il Cittadella”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*