Gadtch Perugia 2000 sabato comincia la serie B torneo tanto atteso

La serie B era un traguardo che ci eravamo posti tre anni fa

Gadtch Perugia 2000 sabato comincia la serie B torneo tanto atteso

PERUGIA – E’ finalmente arrivato il momento tanto atteso, per la Gadtch Perugia 2000, unica società regionale di calcio a 5 a disputare un campionato nazionale, sabato inizia la serie B. Un torneo tanto atteso, e che per il quale la società del presidente Gabriele Gaggia ha iniziato ad allenarsi già da un mese…

“Siamo pronti – commenta il massimo dirigente perugino – a scendere in campo sabato, la trasferta di Faenza (ore 15.00, ndr), contro i padroni di casa del Faventia, sarà una partita dura, ma che ci aiuterà già a capire il nostro valore in questo campionato”.

Anche se, sabato scorso, con la vittoria nel primo turno di Coppa Italia di serie B contro il Lucrezia, un primo assaggio c’era stato…

“Assolutamente sì, ed i nostri giocatori sono stati protagonisti di una incredibile partita, sino alla vittoria per 4-3, ma la Coppa spesso può non essere indicativa, ora ci sono in palio i tre punti”. Sabato è anche una data storica, con l’esordio assoluto della società in un torneo nazionale..

“La serie B era un traguardo che ci eravamo posti tre anni fa, un traguardo che taglieremo formalmente sabato, ma che nel contempo sarà anche un nuovo punto di inizio verso una nuova avventura. I ragazzi sono consapevoli dell’importanza di questa storica partita e sono tutti motivati e concentrati. Sarà un piccolo passo per loro e un grande passo per la Gadtch”.

Ci sarà da gestire l’effetto emotivo…

“Credo che quello coinvolga più noi dirigenti che i ragazzi, mister Veschini ha lavorato bene in settimana, caricandoli dell’orgoglio e della voglia giusta, sappiamo che rappresenteremo Perugia e l’Umbria in un campionato di spessore e non potremo arretrare di un passo. Avremo la formazione al completo, fatta eccezione per Ciafardini ancora fuori per lavoro, e il mister potrà scegliere tra i ragazzi più in forma, fisicamente e mentalmente”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*