FIDUCIA PEDERZOLI: “GRIFO SCRIVIAMO UN ALTRO BEL CAPITOLO”

di Andrea Sonaglia (pederzoli_grifoUJ.com 3.0) PERUGIA – Eleonora Pederzoli, centrocampista della Grifo Perugia Femminile, è una giovane calciatrice (classe 1993) dalle grandi prospettive ma già matura, vista l’esperienza che in questi anni ha potuto incamerare. Regista dai piedi buoni e tanta corsa sono le caratteristiche che la contraddistinguono e in questi ultimi anni ha formato una gran coppia sulla mediana insieme alla Fiorucci nel 4-2-3-1 di Scapicchi. Nel suo palmarès compaiono anche diverse presenze nella nazionale Italiana Under 17 e Under 19, è sicuramente uno dei pezzi pregiati della nuova Grifo targata Sciurpa.

Pederzoli, sin qui qual è stata la sua soddisfazione più grande?
“Penso che la gioia maggiore sia stata la vittoria della A2. Certamente anche la salvezza di quest’anno non è da meno, siamo migliorate tanto sia a livello mentale che a livello tattico, di squadra. Primo anno, prima esperienza, prime soddisfazioni, la gioia più grande forse è dovuta al fatto di mettersi in gioco, soffrire e poi risollevarsi. Ho un po’ d’amaro in bocca per l’espulsione nella finale play-out, però sono contenta per le mie compagne che hanno dimostrato lo stesso che squadra siamo.”
Scapicchi è stato un bel passato, ma in ottica futura cosa pensa di Sciurpa?
“Scapicchi sicuramente non si dimentica perché ad ognuna ha lasciato qualcosa di importante, ci ha insegnato molto dentro e fuori dal campo, gli auguro ogni bene e spero che continui a togliersi delle soddisfazioni. Ora però, è tempo di lasciarsi un po’ tutto alle spalle e iniziare una nuova sfida con un allenatore che già ci conosce. Starà a noi iniziare col piglio giusto e soprattutto non fare paragoni o confronti con gli anni passati perché ogni campionato ha la sua storia e ogni allenatore ha da trasmetterci qualcosa di nuovo, ho fiducia.”
Fiorucci-Pederzoli funziona a meraviglia, è davvero la coppia perfetta?
“Funziona alla grande, forse si potrebbe fare qual cosina di più concreto, ma abbiamo tempo per migliorare e lo faremo. Corinna mi ha insegnato molto, ora tocca a me ripagare il tutto, spero che potremo toglierci delle soddisfazioni insieme. La ‘Cori’ è una sorta di ‘aggiusta tutto’, ripara le cavolate che combino in mezzo al campo e mi capisce al volo. Ci completiamo.”
In base anche alla regola delle sei retrocessioni dirette in vigore dal prossimo campionato, quali sono i progetti personali e di squadra?
“Purtroppo sarò presente solo per metà campionato (impegni universitari, ndr), saltando anche le prime due partite per l’espulsione, però voglio dare il meglio per la squadra e personalmente ho voglia di fare bene. Il prossimo anno sarà ancora più dura e la regola delle retrocessioni non aiuta, ma noi abbiamo fiducia e partiamo con un pizzico d’esperienza in più rispetto all’ anno scorso.”

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*