A Donoratico la 3M Perugia punta alla “sesta”

Dopo cinque successi consecutivi, la 3M Perugia cerca ulteriori conferme nel gioco e nel risultato in casa della Gemelli 2.0 Donoratico Livorno (domenica 19 novembre ore 18). Una partita sulla carta piuttosto ostica per formazione di Guido Marangi, visto l’ottimo andamento interno delle toscane. Nelle partite sin qui disputate tra le mura amiche, la Donoratico ha messo insieme ben tre vittorie e tutte per 3-0. Qualche problema, invece, è emerso fuori casa, dove sono arrivate due sconfitte per 3-1. Il roster livornese è di quelli competitivi, con i laterali Fidanzi e Scadenza che vantano qualità ed un curriculum importante. “Sarà una partita difficile – ammette il coach della 3M Perugia Guido Marangi – per diversi aspetti. Il primo che dovremo affrontare una trasferta abbastanza lunga, che ci costringerà a partire presto. Poi l’avversario, che in casa ha eretto un vero e proprio fortino. Lo dicono i risultati ed anche le prestazioni. Fidanzi e Scatena sono le loro giocatrici rappresentative, senza considerare che la società e l’ambiente sono abituati alla pallavolo di alto livello, visti i trascorsi anche in serie A. Noi dovremo affrontare la partita con la massima concentrazione, avendo cura dei dettagli e dell’aspetto mentale”. Marangi, in sostanza, non vuole cali di tensione. Le cinque vittorie consecutive sono un bel trampolino di lancio verso una stagione di vertice, ma al momento non rappresentano alcuna sicurezza. Concetto ribadito in settimana dallo stesso coach e dal Presidente Renzo Mastroforti durante l’ospitata televisiva a Gala Sport. Presente negli studi delle trasmissione di Tef Channel anche il responsabile del settore giovanile Maurizio Sargenti e la centrale della 3M, Diletta Diano. A Donoratico, Marangi dovrebbe confermare il sestetto visto ed apprezzato contro Cagliari. Senza Marta Pero, spazio alle coppie Ragnacci-Diano, Rossit-Cicogna, Bertinelli-Tarducci e a Michela Mastroforti libero.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*