Divisa di Stelle per il basket femminile Umbertide indosserà “Stellato” di Luca Linari

Divisa di Stelle
Divisa di Stelle

Divisa di Stelle per il basket femminile Umbertide indosserà “Stellato” di Luca Linari

Lo sport, accanto a quella agonistica e a quella tecnico-tattica, presenta anche una componente estetica che contribuisce certamente a crearne il fascino. Da questo punto di vista, quindi, l’accostamento con l’arte, che in prima battuta potrebbe sembrare alquanto temerario, è invece molto meno artificioso di quanto si possa pensare.

Eppure fino ad oggi esempi di questo connubio sono stati rarissimi e sporadici, praticamente episodici. A buttare giù la barriera che divideva il mondo dello sport da quello dell’arte quest’anno è Pallacanestro Femminile Umbertide, grazie alle divise da gioco che saranno indossate nella stagione 2015/16.

Tutto nasce da un’idea del pittore umbertidese Emanuele Ventanni, portata avanti con il sostegno dell’imprenditore perugino Simone Nodessi, appassionato di arte che in questa maniera per la prima volta si avvicina al mondo dello sport, grazie alla quale la formazione di Umbertide disputerà l’Almo Nature Cup “indossando” una delle opere più importanti dell’artista fiorentino Luca Alinari, “Stellato”, olio su tela del 1974.

Luca Alinari è uno dei nomi più importanti della pittura contemporanea, non solo a livello italiano. Basti dire che si tratta dell’unico artista vivente ad avere una propria opera esposta nella Galleria degli Uffizi. In particolare si tratta di un autoritratto che dal 1999 è entrato a far parte, assieme a quelli di Chagall, Burri, Balla per citare dei nomi, della collezione storica del museo fiorentino, esposta nel Corridoio Vasariano. Nato nel 1943, Alinari inizia a dipingere come autodidatta ed esordisce con un’esposizione personale fin dal 1968. Negli anni Settanta la sua ricerca pittorica prende le mosse dalle esperienze neodadaiste e della pop art, coniugando colori fluorescenti, decalcomanie, collage e trasposizioni fotografiche. Inizia ad affermarsi fin dagli anni ’80 partecipando alla Biennale di Venezia, quindi dipinge il “Cencio” per il Palio di Siena. È stato protagonista di numerose esposizioni personali in tutte le più importanti piazze, Milano, Roma, Bologna, Firenze, Città di Castello, fino a Pechino e Shanghai. Nel 2011 ha avuto una prima esperienza nel mondo dello sport dipingendo il logo dei Mondiali di ciclismo di Firenze 2013. Come scrive la critica Marinella Di Gennaro, “la pittura di Luca Alinari conduce negli spazi più liberi della coscienza attraverso l’estrazione della memoria e un linguaggio allegorico, unico. Come è noto che l’apparenza delle cose non può essere solo descrizione delle stesse, anche in questa circostanza siamo indotti a pensare alla complessità delle cosmogonie umane e della natura tutta. Munifico fabbricante di sogni ed eccelso narratore dell’altrove, Alinari è capace di tradurre e trasferire instancabilmente le proprie pulsioni e visioni evocatrici ai nostri increduli occhi”.

Una biografia di successo, come di successo è anche la storia di Umbertide in serie A1. Grazie alle otto stagioni consecutive nell’élite della pallacanestro italiana, le cinque final four consecutive, le tre semifinali scudetto disputate, senza contare le tante giovani promesse lanciate e che adesso fanno parte della nazionale, la società umbra si è affermata tra le piazze principali del basket tricolore e anche grazie a questi risultati oggi è nata questa collaborazione così singolare ma così stimolante e ricca di significati.

Un connubio tra due eccellenze in campi differenti ma in fin dei conti uniti da un’unica parola. La pittura di Alinari trova la sua metafisica nella dimensione onirica, quella del sogno, quello stesso sogno che la formazione umbertidese da otto campionati sta regalando ai suoi tifosi e a un’intera città. D’altronde, come insegnano le opere di Alinari, il sogno è la fonte e l’alimento delle emozioni, la dimensione dove l’uomo coabita con la sua trascendenza, dove il confine tra terra e cielo si fa soffuso, sfumato dalla luce delle stelle, quelle stelle che le giocatrici indosseranno sulla divisa per tutta la stagione, simbolo di un sogno che sarà l’astro polare che guiderà il cammino di Umbertide per tutta la stagione.

Divisa di Stelle

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*