CITTA’ DI CASTELLO, VOLLEYBALL: SIR SAFETY PERUGIA SI IMPONE CONTRO L’ALTOTEVERE

_MBC1536(umbriajournal.com) CITTA’ DI CASTELLO – Città di Castello in campo con Corvetta in diagonale con Carminati, Dolfo e Massari in posto quattro, Franceschini e Rossi al centro, Tosi libero; risponde Kovac con la diagonale Mitic-Cupkovic, Vujevic e Della Lunga schiacciatori,Buti e Barone al centro, Fanuli è il libero. La partenza del primo set è punto a punto, le due squadre tentano subito di forzare il servizio per mettere in difficoltà l’avversario. Cupkovic e Vujevic firmano il primo break (6-9), la Sir allunga ancora con Cupkovic (10-16). Sul 13-19 Andrea Radici effettua il doppio cambio, gettando nella mischia Marchiani e Sartoretti al posto di Corvetta e Carminati. I perugini chiudono con un pallonetto di Vujevic.

Secondo set che inizia con in campo sempre gli stessi sestetti e con il vantaggio ospite di due punti (6-8) che diventano quattro (7-11) per il muro suSartoretti, appena entrato al posto di Carminati. Sartoretti accorcia le distanze con due aces su Vujevic poi Massari apre il muro per il 13-14 e lo stesso giovane biancorosso pareggia (14-14). Della Lunga riallunga (14-17) e Cupkovic tiene a distanza Città di Castello (17-21), chiudendo anche la seconda frazione (21-25).

Nel terzo set coach Kovac toglie Barone per Semenzato, l’Altotevere parte con un 3-0 propiziato dalle battute di Dolfo. Franceschini chiude una ricezione errata ospite (7-4) poi però Perugia si riavvicina (13-12). Due splendide difese di Tosi consentono le rigiocate di Massari e Sartoretti (16-12), ace di Dolfo per il 22-16 e Altotevere che non riesce a difendere il vantaggio acquisito e si fa sorprendere, soprattutto in ricezione dai servizi in salto float di Semenzato. Finisce con la palla in campo di Della Lunga (25-27).
Il direttore sportivo dell’Altotevere, Valdemaro Gustinelli, commenta così la prestazione:”Sono soddisfatto della gara dei ragazzi, perché, a prescindere dal risultato, s’è visto in mezzo al campo un piglio diverso. Abbiamo limitato gli errori in battuta (6 aces contro 8 errori) ed abbiamo fatto funzionare il cambio palla nel momento in cui la ricezione ha tenuto. La strada giusta su cui continuare a lavorare è questa”.

C’è comunque euforia in casa Altotevere Città di Castello per la convocazione ufficiale di Matteo Piano tra i 14 azzurri che disputeranno il campionato europeo dal 20 al 29 settembre in Danimarca. Domani l’Italia volerà in Germania per affrontare i tedeschi in due amichevoli prima dell’avvio della rassegna continentale di venerdì prossimo ad Odense contro i danesi padroni di casa. Il presidente Arveno Joan commenta così la notizia:”E’ l’ennesima dimostrazione di come a Città di Castello si lavori bene in questo nostro sport: altri nostri atleti avevano partecipato a manifestazione con la maglia azzurra ma con le categorie giovanili, ora Matteo, al quale faccio un grande in bocca al lupo, è con la nazionale A”.

Infine nella riunione dei club di ieri nella sede di Legavolley a Bologna sono state modificate alcune date della stagione in virtù del fatto che la nazionale under 23 non parteciperà ai campionati mondiali: la 11a giornata è stata posticipata dal 26 dicembre a mercoledì 8 gennaio (in programma c’era proprio il derby a San Giustino contro i perugini ). La 12^, ovvero prima di ritorno, slitta a domenica 12 gennaio quando l’Altotevere farà visita alla Copra Elior Piacenza. La 20esima giornata (9a di ritorno) viene anticipata e si disputerà mercoledì 19 febbraio (Città di Castello in casa contro Vibo Valentia), tra i weekend riservati alla 17a e la 18a.

0-3
(15-25/21-25/25-27)
Altotevere Città di Castello: Corvetta 3, Carminati 3, Dolfo 11, Massari 8,
Rossi 7, Franceschini 4, Tosi (L), Sartoretti 5, Marchiani, Lensi (2L). All.
Radici.
Sir Safety Perugia: Mitic 4, Cupkovic 22, Vujevic 13, Della Lunga 10, Buti 5,
Barone 8, Fanuli (L), Semenzato 4. A disp.: Paolucci, Della Corte. All. Kovac.
Note: Altotevere (b.v. 6, b.s. 8, muri 5, errori 5), Perugia (b.v. 3, b.s.
13, muri 11, errori 4)

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*