CITTA’ DI CASTELLLO, VOLLEY C/F, TRASFERTA AD ACQUASPARTA

volleyball-clipart-girl-pass(umbriajournal.com) CITTA’ DI CASTELLO – La Gherardi Cartoedit Città di Castello è attesa domenica 27 Ottobre 2013 alle ore 18:30  ad Acquasparta. Una trasferta molto difficile con una formazione,  che seppur matricola del campionato, è una delle squadre destinate a lottare fino in fondo per questo campionato.  Squadra solida la CMP che non ha nulla della matricola, ma  tutto per una squadra competitiva per questo campionato regionale e solida in tutti i reparti con in cabina di regia la  veterana  Petrelli, opposta Guerreschi, laterali Carboni e Todini, al centro Muzi e Rosa, libero Grechi.  Sabato scorso all’esordio  l’Acquasparta ha conquistato la vittoria in trasferta 2\3 sul  Chiusi,  la 31° vittoria consecutiva se considerato lo scorso campionato di serie D, che dà la misura del grande valore della formazione guidata da Consuelo Petrocchi.  La Gherardi Cartoedit Città di Castello è reduce dalla vittoria interna con Terni ed è chiamata a confermare la sua crescita di gioco. Giorgi e compagne hanno ben chiaro che questo campionato sarà lungo e difficile e per questo il tecnico Dini, ha fatto lavorare molto pesantemente la squadra . Due mesi duri che le ragazze hanno saputo affrontare senza esitazioni.  Neppure qualche acciacco che ha  messo fuori qualche atleta è riuscito a scalfire l’umore della formazione dl presidente Caselli, che proprio in questa difficilissima trasferta domenicale dovrà dimostrare il valore della sua  rosa ed il livello di forma  raggiunto.  Gara che sarà preceduta dal ricordo del piccolo Stefan  di Francesca e Goran.
ACQUASPARTA: Guerreschi , Carboni , Muzi , Rosa , Todini , Petrelli, Guerrini (L1), Ubaldi , Ascani , Romani, Barbabella, Grechi (L2). All. Consuelo Petrocchi.

 

GHERARDI CARTOEDIT : Di Crescenzo, Tarducci, Gradassi, Mancini F., Giorgi, Budassi, Cesari (L2), Bonci, Zanchi,Caselli, Gambino, Mancini I., Vagnuzzi, Bracchini (L1)

All. Dini Stefano

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*