Primi d'Italia

Cip Umbria, Oscar De Pellegrin all’USU dell’ospedale di Perugia

L’arciere campione paralimpico di Londra 2012 presenterà il progetto “Primavera Paralimpica” che nasce da un’idea del CIP

Oscar De Pellegrin

Cip Umbria, Oscar De Pellegrin all’USU dell’ospedale di Perugia

PERUGIA – Oscar De Pellegrin sarà a Perugia venerdì 25 agosto, alle ore 11, presso l’Unità Spinale Unipolare (USU) dell’ospedale Santa Maria della Misericordia. L’arciere campione paralimpico di Londra 2012 presenterà il progetto “Primavera Paralimpica” che nasce da un’idea del Comitato Italiano Paralimpico per potenziare il dialogo con le Unità Spinali e i Centri Riabilitativi del territorio italiano e proporre ai degenti la strada dell’avviamento sportivo quale percorso riabilitativo e motivazionale per il miglior recupero psico-fisico.

Oscar De Pellegrin, testimonial del progetto, in questi mesi sta visitando le Unità Spinali e racconta la sua esperienza e gli incontri, in prima persona, sulle pagine del blog aperto per l’occasione.

Saranno presenti all’iniziativa: Francesco Emanuele, presidente del Comitato Italiano Paralimpico (Cip) Umbria, Alessandra Ligi, direttore regionale Inail Umbria, Raffaele Goretti, presidente dell’osservatorio umbro della disabilità, Renée Maschke, primario dell’Usu dell’ospedale di Perugia, Lucia Bambagioni, coordinatore area riabilitativa Usu.

 

Oscar De Pellegrin – Oscar Ugo De Pellegrin (Belluno, 17 maggio 1963) è un arciere e tiratore a segno italiano, più volte Campione Paralimpico nelle specialità della Carabina e del Tiro con l’Arco.

Paraplegico in seguito ad un infortunio sul lavoro, Oscar De Pellegrin è stato uno degli atleti di punta della Nazionale Sport Disabili, sia per quanto riguarda il tiro con l’arco, sia per il tiro a segno e fa parte del Club ParaOlimpico.

Nelle due discipline può vantare 70 titoli italiani, 11 record italiani e 4 record mondiali.

Nell’anno 2000, dopo aver conquistato la medaglia d’oro Olimpica a squadre, è stato insignito del titolo di commendatore della Repubblica Italiana, mentre dal CONI gli è stata conferita la massima onorificenza: il “collare d’oro”.

In occasione del viaggio della Fiamma Olimpica di Torino 2006, è stato scelto come ultimo tedoforo della tappa di Belluno, accendendo il tripode in piazza dei Martiri. Nel 2012 invece è stato nominato portabandiera dell’Italia alle Paralimpiadi che si sono tenute a Londra dal 29 agosto al 9 settembre.

Il tiro con l’arco è l’unica disciplina nella quale non ci sono distinzioni fra atleti disabili e atleti normodotati. Per questo motivo, i risultati ai fini delle classifiche Italiane, Mondiali e Olimpiche hanno lo stesso valore per tutti gli atleti. Grazie a questa particolarità, nel 1993 e nel 1994 Oscar ha ottenuto risultati che lo hanno portato a fare parte della squadra Nazionale della Federazione Italiana Tiro con L’arco (FITARCO).

Oscar De Pellegrin ha rappresentato l’Italia ai Giochi Paralimpici a Barcellona nel 1992, ad Atlanta nel 1996, a Sydney nel 2000, ad Atene nel 2004, a Pechino nel 2008 e a Londra nel 2012, arrivando così a 6 Paralimpiadi.

Nel 2009 è entrato a far parte del Guinness dei Primati, insieme con Marco Vitale e Alberto Simonelli, con un record che consisteva nel centrare e rompere il numero maggiore di lampadine, poste a 15m di distanza.

Il 3 settembre 2012 ha concluso la sua carriera arcieristica vincendo la sua prima medaglia d’oro individuale alle Paralimpiadi di Londra battendo il malese Hasihin Sanawi alla freccia di spareggio.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*