Cip Umbria, grande successo per la “Notte bianca dello sport…paralimpico”

di Luana Pioppi
SIGILLO – Grande successo per la quinta edizione della “Notte Bianca dello sport… paralimpico”, l’unica che viene organizzata in Europa, che si è tenuta sabato 30 agosto presso il parco di Villa Anita a Sigillo. La manifestazione, che prevedeva molte iniziative ed ospiti d’eccezione, è stata promossa dal Comune di Sigillo, dalla Regione Umbria e dal Cip (Comitato italiano paralimpico) Umbria.

Ad aprirla c’è stata l’esibizione degli sbandieratori di Gubbio, che si è tenuta presso piazza Quaranta Martiri di Sigillo. Di seguito si è disputata la seconda edizione del trofeo “Antonello Palanga” di handbike al quale hanno partecipato 11 equipaggi, 8 maschili e 3 femminili, che hanno gareggiato lungo un percorso cittadino di 2,6 km. Hanno vinto Mauro Catrassa, campione italiano ed argento agli europei, che ha impiegato il tempo di 5’02”68 centesimi e Roberta Amadeo, campionessa italiana, con 8’55”95. Ha preso parte alla competizione anche uno degli ospiti d’onore della manifestazione ovvero l’umbro Luca Panichi, ex ciclista noto per i suoi successi che all’età di 25 anni ha avuto un incidente che gli ha fatto perdere l’uso delle gambe. Parteciperà al trofeo di handbike con la sua carrozzina, la stessa con cui ha effettuato tante scalate del Giro d’Italia di ciclismo tra cui: il Block House, il Passo del Tonale, il Ghiacciaio del Grossglockner, il Passo dello Stelvio. Per lui il tempo è stato di 19’01”86 centesimi ma ha già annunciato che per il prossimo anno vorrà migliorarlo di 5’.

La festa vera e propria ha preso il via alle 21,30 circa presso il parco di Villa Anita con il saluto delle autorità presenti ovvero il sindaco di Sigillo, Riccardo Coletti, la vice presidente della Regione Umbria con delega al welfare, Carla Casciari, ed il presidente del Cip Umbria, Francesco Emanuele.

«In questi anni – ha dichiarato Riccardo Coletti – questa notte bianca è sempre cresciuta ed in ogni edizione partecipano sempre più atleti. Questa manifestazione vuole trasmettere gioia, allegria e la bellezza dello stare insieme. Il messaggio che vuole dare è che nello sport se c’è volontà e caparbietà si può vincere».

«Ogni volta che vengo qui – ha rimarcato anche Carla Casciari – vedo aumentare il pubblico e questo mi dà una grande soddisfazione. Vedo che c’è un interesse che cresce. Lo sport accomuna, basta un po’ di volontà e di tenacia. Lo sport – ha concluso la vice presidente – è un linguaggio comune che rende tutto possibile».

«Provo una forte emozione – ha affermato il presidente del Cip Umbria, Francesco Emanuele – che non avrei mai pensato di provare. Finalmente a forza di insistere siamo arrivati a questo livello della manifestazione. Sono grato a tutte le persone con disabilità che esprimono la loro voglia di socializzazione». Emanuele ha chiuso il suo intervento rivolgendosi ai protagonisti della serata: «Grazie per quello che fate atleti paralimpici!».
Subito dopo il sindaco Coletti ha regalato a Casciari ed Emanuele un piatto su cui sono stati disegnati tutti i logo delle federazioni che hanno preso parte alla serata. Di risposta il presidente del Cip Umbria ha donato loro una targa ricordo.

Alla serata è intervenuto anche Marco Negri, ex giocatore del Perugia Calcio che ha presentato il suo libro. «Questi ragazzi – ha detto – hanno tanto da insegnare a noi tutti e per me è una gioia essere qui».

Subito dopo si sono tenute le premiazioni del trofeo “Antonello Palanga” alla presenza della mamma di Antonello. Al termine della premiazione del podio femminile le donne hanno innalzato uno striscione per ricordare i malati di sclerosi multipla.

La notte bianca è proseguita con Subito varie esibizioni tra cui quella della palla a mano in carrozzina; dell’agility dog e pet terapy a cui ha preso parte anche Luca Panichi; del freestyle con Mirko Zambon; dei campioni italiani di danza sportiva, settore paralimpico, Sebastian Mureddu e Susanna Spugnoli, che hanno eseguito un valzer lento, un tango, uno slow fox ed un valzer viennese.

Erano presenti alla serata anche: l’eugubino Ubaldo Cecilioni, pluricampione paralimpico di tiro con l’arco, judo e lancio del peso; Gianluca Tassi, presidente dell’onlus “Uno di noi”, con le sue automobili attrezzate per persone con disabilità; Gianluca Menichetti, ragazzo di Sigillo che ha scoperto da poco di essersi ammalato di distrofia, autore del libro “Occhi di fuoco e artigli di ghiaccio”.

In concomitanza all’apertura ufficiale della manifestazione tutti i presenti hanno potuto praticare o avere informazioni sulle seguenti discipline: sitting volley, boxe (a cura della Asd Sport Box Perugia), attività subacquea, tiro con l’arco (disabilità fisica e non vedenti), tiro a segno con pistola, arrampicata sportiva, arti marziali.

[tabs type=”horizontal”][tabs_head][tab_title][/tab_title][/tabs_head][tab]LA CLASSIFICA DEL TROFEO “ANTONELLO PALANGA” Ordine di arrivo maschile: 1) Mauro Catrassa (Circolo Canottieri Aniene, tempo 5’02”68), 2) Stefano Girelli (Uc Petrignano, 5’30”39), 3) Fatmir Kruezi (ViterSport, 6’01”26), 4) Roberto Zecchinato (6’27”24), 5) Renzo Pieri (6’58”80), 6) Pino Murolo (7’08”83), 7) Riccardo Lucaccioni (8’13”20), 8) Luca Panichi (19’01”86, ha corso in carrozzina). Ordine di arrivo femminile: 1) Roberta Amadeo (8’55”99), 2) Sara Valenti (12’08”26), 3) Marina Perlato (15’33”92).[/tab][/tabs] [divider] [divider]
Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*