Ciclismo, l’umbro Ruggero Campi alla Parigi-Modena per beneficenza

(umbriajournal.com) by Avi News FIRENZE – Non è la prima volta che Ruggero Campi si mette in gioco personalmente e che, per promuovere un progetto benefico, accetta una sfida che coinvolge il mondo dello sport. Questa volta l’impresa è molto impegnativa: la Parigi-Modena in sella alla propria bicicletta, unico umbro tra i pochi italiani del gruppo dei 35 selezionati partecipanti partiti sabato 4 giugno dalla Ambasciata italiana a Parigi alla volta della città emiliana.

L’iniziativa, giunta alla terza edizione, nasce da un’idea di Maserati Francia e l’arrivo è previsto infatti il 9 giugno a Modena, alla sede storica della celebre casa automobilistica. Oltre alla sfida personale, lo scopo è quello di raccogliere fondi in favore di Rêves, un’associazione benefica che realizza i sogni di bambini affetti da gravi malattie. “Ogni singolo chilometro percorso da ciascun ciclista – spiega Ruggero Campi – porterà infatti dei fondi a questa associazione e la fatica non sarà solo fatica, ma contributo a realizzare il sogno nel cassetto di un bambino meno fortunato. Il tragitto è lungo, emozionante e molto impegnativo, da Parigi a Orléans, poi fino all’autodromo di Castellet, attraverso la Provenza fino al Principato di Monaco, da Sestri Levanti alle Cave di Carrara, Castagneto Carducci, Firenze e infine, attraverso il Mugello, a Modena”. Oltre 6mila metri il dislivello da affrontare. “Sono felice – aggiunge Campi – di far parte di questo gruppo e poter dedicare la mia passione per lo sport a un fine così bello, poter offrire a bambini ammalati una ‘parentesi incantata’ perché dimentichino la loro malattia e abbiano fiducia nel loro futuro. L’organizzazione Maserati è a dir poco perfetta e con il cuore si completa tutto”. Una partecipazione che dà lo spunto per nuovi progetti. “Vorrei organizzare con Automobile club Italia e l’appoggio degli autodromi di Vallelunga e Magione una manifestazione simile tra Lazio e Umbria, in chiave ridotta ma non meno spettacolare, dal lago di Bracciano a quello del Trasimeno passando per luoghi incantati. In questi eventi, sia chiaro, hai già vinto nel momento in cui parti”.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*