Ciclismo: bene gli umbri alla Maratona dles Dolomites

ciclistidi Luca Uccellini

(Umbriajournal.com) PERUGIA – Sono stati 139 i ciclisti umbri che domenica scorsa 30 giugno hanno portato a termine uno dei tre percorsi di 55, 106 o 138 chilometri, della Maratona dles Dolomites, scattata alle 6,30 di un freddo ma limpidissimo mattino da La Villa, in Alta Badia, con le vette circostanti imbiancate dalla nevicata di due giorni prima. Oltre novemila i partenti provenienti da 56 nazioni con ben 105 province italiane rappresentate, una manifestazione che ha confermato ancora una volta il suo fascino, che si svolge su percorsi chiusi interamente al traffico toccando i passi dolomitici che hanno scritto la storia del ciclismo di tutti i tempi: Campolongo, Pordoi, Sella, Gardena, Giau, Falzarego, Valparola.

 

I nostri pedalatori, al pari degli altri, hanno vissuto una giornata sicuramente di fatica, con dislivelli importanti da superare, ma di certo quando hanno tagliato il traguardo di Corvara chi prima, come Paolo Albritti della Grifo Bike Perugia che ha concluso la sua fatica di 55 km dopo 2 ore 49 minuti e 48 secondi alla media di 19,433, chi dopo come Omar Sacconi , della Cicloamatori Lacus Piana che invece ha scelto il percorso maratona di 138 km e ha terminato in 9 ore 17 minuti e 01 secondi alla media di 14,864 hanno capito di aver fatto qualcosa di importante al di là del tempo impiegato, innanzitutto aver vinto una sfida con se stessi, e poi di essere stati parte attiva di un evento di risonanza mondiale che si svolge in un ambiente, quello delle Dolomiti, che basta guardarsi intorno mentre si pedala per ricavarne energia.

 

Scorrendo i risultati tra i migliori umbri troviamo Marco Becchetti della Grifo Bike Perugia, 165° nella maratona chiusa in 5.42.58 ad oltre 24 di media, Silvia Poggesi, perugina del Blu Vèlo, che nel percorso medio ha conquistato la 50^ posizione in 5.38.03, Nicola Checcarelli, della Testi Cicli, anche lui impegnato nel medio chiuso in 39^ posizione nel tempo di 4.06.02 a quasi 26 di media.  Organizzazione come sempre al top, come sempre tanta solidarietà reale e documentata e poi una cosa che forse non tutti  sanno: ogni anno 30 persone il lunedì dopo la Maratona dles Dolomites  ripercorrono tutto il percorso per raccogliere i rifiuti e pulire l’ambiente, cosa che negli ultimi anni insieme alle varie iniziative messe in atto nel campo dell’ecosostenibilità, ha portato ad una diminuzione dei rifiuti del 50 per cento. Tutte le classifiche complete su www.maratona.it

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*