Che batosta per la Grifo Perugia Primavera

Sconfitta bruciante quella rimediata dalla Grifo Primavera domenica sul campo della Res Roma. Le ragazze di Ezio Rosi sono state surclassate nel risultato (6-0) e nel gioco dalle capitoline, nella prima gara della fase finale del campionato primavera. E dire che le grifoncelle si erano presentate all’appuntamento con tutt’altre aspirazioni, ma nei 90 minuti e più di gioco la Res ha ampiamente meritato la vittoria e alla Grifo non è bastato, per evitare la figuraccia, l’innesto di qualche big in età proveniente dalla prima squadra. La partita si è messa subito male, con le giallorosse di casa in vantaggio di quattro reti già nel primo tempo. Il portiere biancorosso Marroccoli espulso nel finale, ha fatto ampiamente la sua parte rendendo ancora meno pesante il passivo, con alcuni interventi decisivi. ‘’Siamo sempre arrivati tardi sulle seconde palle – dichiara il tecnico Ezio Rosi – e in campo le ragazze avevano la testa altrove. Abbiamo avuto un approccio alla partita completamente sbagliato’’. La Grifo Perugia dopo la batosta subita dovrà cercare di recuperare il più in fretta possibile le forze mentali,più che fisiche, in vista della gara casalinga contro il Verona, che con tutta probabilità si disputerà nella giornata di giovedì. ‘’Contro le venete – continua lo stesso Rosi – mi aspetto una netta inversione di tendenza. Siamo consapevoli delle nostre qualità e non siamo certo la squadra vista a Roma’’. All’indomani della pesante sconfitta rimediata a Roma, interviene la presidente Valentina Roscini che cerca di ricaricare l’ambiente. ‘’Purtroppo abbiamo pagato a caro prezzo la differenza sul piano fisico. La Roma si è ben preparata per queste fasi finali mentre a noi ha pesato il mese di inattività o quasi. Dopo questa sconfitta è difficile pensare di passare il turno, ma contro il Verona mi aspetto una reazione da parte delle ragazze. Queste sono esperienze che servono per crescere’’. La Roscini ci tiene poi a dire la sua in merito al vero e proprio terremoto che si è scatenato nel mondo del calcio femminile dopo le parole del presidente della Lega Nazionale Dilettanti Belloli. ‘’Se tutto ciò fosse vero ci troveremmo di fronte ad una vera e propria povertà morale e di pensiero, non si possono intaccare realtà come quelle del calcio femminile che vivono esclusivamente sull’entusiasmo di alcuni dirigenti e sulla soddisfazione di veder crescere alcune atlete. Il calcio femminile è ben lontano dai soldi e dal potere che gravitano in quello maschile. Serve maggiore rispetto e una linea drastica, chi ha certi pensieri e chi ha detto certe frasi non merita di rappresentare questo movimento”.

Res Roma-Grifo Perugia 6-0 (4-0)

Grifo Perugia: Marroccoli; Alessi, Ricci (Accettoni), Narcisi (Fortunati), Monetini; Rosmini, Pellegrino (Franciosa), Brozzetti (Parlagreco), Ceccarelli (Rangana); Giovannucci, Marinelli. A disp.: Cucchiarini, Piselli, Fortunati, Rangana, Parlagreco, Accettoni, Franciosa. All.: Rosi

Marcatori: Palombi (2), Labate, Simonetti, Spagnoli, Di Giammarino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*