Unipegaso

Champions League Sir Sicoma Colussi Perugia è seconda

Prova di forza impressionante della formazione dello Zenit Kazan

durante «Sir Sicoma Colussi PERUGIA - Zenit KAZAN» Semi-Final CEV Volleyball Champions League - Men - Final Four Rome 2017 presso PalaLottomatica Roma IT, 30 aprile 2017. Foto: Michele Benda [riferimento file: 2017-04-30/_7501636]

PERUGIA – Nulla da fare per la Sir Sicoma Colussi Perugia che cede in tre set alla corazzata russa dello Zenit Kazan nella finale della Dhl 2017 Cev Champions League Final Four.

Prova di forza impressionante della formazione di coach Alekno che mostra i muscoli al servizio (11 ace, 4 di uno scatenato Leon) ed in attacco (stratosferico 63% di squadra), non consente a Perugia, con l’eccezione del secondo set, di restare attaccata nel punteggio e si porta a casa la terza Champions League consecutiva dimostrando di essere probabilmente la miglior squadra a livello mondiale.

LA CORAZZATA RUSSA

Escono comunque tra gli applausi del loro popolo i Block Devils di Lorenzo Bernardi arrivati con merito all’atto conclusivo della manifestazione e che si portano a casa una medaglia d’argento comunque di grande valore. Ci hanno provato i bianconeri con uno Zaytsev in grande spolvero (14 punti, best scorer dei suoi e 3 muri vincenti) e con il cuore. C’è poco da rammaricarsi, Kazan si è dimostrata più forte, peccato per il secondo set, giocato punto a punto fino in fondo e deciso dall’Mvp della manifestazione Mikhailov.

Ha però di che essere orgogliosa Perugia con quattro giocatori nel dream team della Final Four (De Cecco palleggiatore, Atanasijevic opposto, Zaytsev schiacciatore e Podrascanin centrale), con un grande successo a livello organizzativo e soprattutto con la soddisfazione di aver portato in due giorni al PalaLottomatica oltre ventiduemila spettatori ed una grande festa della pallavolo europea.

Ultima notazione, anche se dovrebbe essere la prima, per i Sirmaniaci e per tutto il popolo bianconero. Uno spettacolo assoluto i pubblico della Sir, un entusiasmo dilagante, un lungo brivido veder cantare e tifare il muro bianco del PalaLottomatica. Se c’è un vincitore di questa Final Four, sono certamente i tifosi di Perugia!
LA CRONACA

 C’è Simone Buti al centro rispetto ai sette di ieri. Berger-Zaytsev, è 2-0 Perugia. invasione di Atanasijevic, muro di Butko ed il Kazan sorpassa (4-5). Ace di Atanasijevic (6-5) e poi doppio muro di Zaytsev su Mikhailov e Leon (9-6). Tocco vincente sotto rete di Gutsalyuk e poi Butko impatta (10-10). Mette anche l’ace il regista russo (11-12). + 2 Kazan con il punto di Leon, timeout Bernardi (12-14). Ancora il cubano a segno (13-16). Altri due per i russi  (13-18). Prende il largo lo Zenit con Butko grande protagonista (14-22). L’invasione di Della Lunga (entrato per Berger) vale il set point (14-24). Si chiude 15-25.

Avvio più equilibrato nel secondo set. Zaytsev firma il 6-6 con un bell’attacco dalla seconda linea. Si va a braccetto fino al 15-15 grazie al muro di Podrascanin. Perugia mette il naso avanti con l’ace di De Cecco (16-15). Avanti Kazan con il muro su Berger (18-19). Grande ace di Atanasijevic (20-19). Dentro per questione di millimetri l’attacco di Zaytsev (22-21). Break Kazan con Gutsalyuk (22-23). Atanasijevic impatta (23-23). Set ball Kazan con il maniout di Mikhailov (23-24). Chiude ancora Mikhailov (23-25).

L’errore di Atanasijevic vale l’1-2 Kazan. Altro break per i russi con Leon (2-4). Perugia prova a rimanere attaccata, ma quattro fenomenali ace di fila di Leon scavano il solco (6-12). Picchia ancora forte dai nove metri Kazan, stavolta tre volte con Anderson (9-18). È il turno di Mikhailov dal servizio (11-21). Mikhailov porta i suoi al match point (14-24). Chiude il muro di Gutsalyuk (14-25).
IL TABELLINO

SIR SICOMA COLUSSI PERUGIA – ZENIT KAZAN 0-3

Parziali: 15-25, 23-25, 14-25

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 1, Atanasijevic 9, Podrascanin 6, Buti 4, Berger 2, Zaytsev 14, Bari (libero), Tosi (libero), Della Lunga, Mitic, Chernokozhev, Birarelli. N.e.: Paris, Franceschini. All. Bernardi, vice all. Fontana.

ZENIT KAZAN: Butko 4, Mikhailov 19, Volvich 3, Gutsalyuk 8, Anderson 7, Leon Venero 16, Verbov (libero), Sivozhelez. N.e.: Salparov (libero), Kobzar, Ashchev, Krotkov, Zemchekov. All. Alekno, vice all. Totolo.

Arbitri: Vladimir Simonovic (SRB) – Erdal Akinci (TUR)

LE CIFRE – PERUGIA: 10 b.s., 3 ace, 41% ric. pos., 15% ric. prf., 42% att., 6 muri. KAZAN: 15 b.s., 11 ace, 58% ric. pos., 21% ric. prf., 63% att., 8 muri.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*