Castiglione del Lago, nel ricordo di Andrea Antonelli, si parla di sicurezza in moto

antonelli 2013 portrait xlCASTIGLIONE DEL LAGO – Nell’intensissimo fine settimana sportivo e motoristico dell’Umbria c’è spazio anche per il ricordo di un campione uscito troppo presto e troppo dolorosamente di scena. Parliamo di Andrea Antonelli, scomparso il 21 luglio 2013 a Mosca, appena venticinquenne, in un tragico incidente verificatosi al primo giro della gara di campionato mondiale 600 Super Sport di motociclismo.

In memoria del giovane pilota la famiglia e gli amici hanno creato una onlus, denominata “Ant8supporters”, che è attiva sul fronte della solidarietà, non solo sportiva, e che ha tra i suoi programmi l’organizzazione di un’iniziativa con cadenza annuale che promuova aspetti etici dello sport. L’idea è nata dal confronto con il Comune di Castiglione del Lago che in tal modo ricorderà una volta ogni dodici mesi il suo giovane e sfortunato campione.

La prima edizione è in programma per domenica mattina alle 10.00, all’ex-aeroporto Eleuteri, nell’ambito di Coloriamo i cieli. Nel nome di Antonelli, di cui oltre alle doti sportive tutti hanno unanimemente apprezzato quelle umane e l’autentica, profonda gentilezza d’animo, si parlerà di sicurezza in moto con giornalisti, esperti ed amministratori locali e sarà assegnato il premio “Pilota veloce e solidale”.

Il primo ad aggiudicarselo il trentenne romano Michel Fabrizio, da oltre dieci anni protagonista sulla ribalta internazionale ma profondamente impegnato anche sul fronte della solidarietà e del sociale. I partecipanti alla manifestazione si trasferiranno poi al Crossodromo “V. Rosadi” di Gioiella per assistere alla seconda prova del Campionato italiano di motocross organizzata dal Moto Club Trasimeno.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*