Castiglione del Lago, presentata la XX Marathon Bike del Trasimeno

Mtb Colli Amerini

Partenza MTB(umbriajournal.com by AKR) CASTIGLIONE DEL LAGO – Conferenza stampa di presentazione a Palazzo della Corgna della ventesima Marathon Bike del Trasimeno che si svolgerà domenica 8 settembre con partenza per tutte le catogorie alle ore 9 all’ex aeroporto Eleuteri e arrivo nel Centro Storico di Castiglione del Lago in piazza Mazzini. Alla presenza del sindaco di Castiglione del Lago Sergio Batino, dell’assessore allo sport Alessio Meloni e di Augusto Raiconi, vicepresidente dell’Urat, Eraldo Ciarini, presidente dell’associazione e organizzatore dell’evento, ha presentato la gara. «Abbiamo già 450 partecipanti ma le iscrizioni stanno ancora arrivando e si chiuderanno domenica mattina prima del via: tra gli iscritti da segnalare l’ex campione “stradista” Francesco Casagrande che, dopo il ritiro dall’attività professionistica, è diventato “biker” amatoriale. Poi abbiamo una squadra colombiana di sei elementi e quattro ciclisti della Repubblica Ceca. Quest’anno – precisa Ciarini – ci sono due novità: per la prima volta la corsa si disputa a settembre e non a maggio come in passato. La seconda novità è l’inserimento della Marathon Bike come gara “jolly” della Coppa Toscana 2013 con punteggi validi per la classifica generale: la federazione toscana ha ritenuto di alto livello il percorso e l’organizzazione». Tre le distanze: 80 kilometri per la gara “jolly” con un dislivello di 1.760 metri con il valico Gosparini, sul monte Castiglione, posto a oltre 800 metri s.l.m.; la gara di 48 km per donne e giovani, come da regolamento, e infine la 30 km aperta a tutti i non tesserati muniti di certificato medico.

«Il percorso è spettacolare e impegnativo – sottolinea Ciarini – e darà sicuramente un’immagine esaltante della bellezza del nostro territorio: da ogni punto del percorso si vedrà il Trasimeno». Quando venti anni fa i membri del gruppo MTB Avis organizzarono la prima edizione la mountain bike era una disciplina, almeno in Italia, agli inizi e nessuno avrebbe immaginato che per un periodo così lungo ed ininterrotto questa manifestazione sarebbe stata il punto di riferimento per le gare di mountain bike in Umbria e non solo.

Il pomeriggio di sabato 7 è prevista una pedalata di sensibilizzazione alla donazione del sangue con la presenza delle sezioni Avis di Castiglione del Lago, Tuoro, Passignano, Magione e Sant’Arcangelo: partenza alle 17 da Punta Navaccia di Tuoro e arrivo a Sant’Arcangelo dopo un percorso ciclabile interamente pianeggiante. A seguire, in collaborazione con l’Urat (Unione ristoratori e albergatori del Trasimeno), gli organizzatori hanno previsto una serata di benvenuto presso il camping Polvese di Sant’Arcangelo, nella quale le aziende locali faranno degustare a tutti gli intervenuti i prodotti migliori tipici del territorio.

«Per crescere nel settore turistico – ha dichiarato il sindaco Sergio Batino – dobbiamo puntare sullo sport, soprattutto sullo sport sostenibile che si “sposa” perfettamente con il nostro ambiente. Per il prossimo anno, oltre alla conferma della Marathon Bike, sempre a settembre pensiamo con il Gruppo MTB Avis di organizzare una 24ore ciclistica da disputare nella zona del Lungolago». Il sindaco ha confermato l’imminente completamento della pista ciclabile del Trasimeno: la Regione Umbria ha finanziato la realizzazione dell’ultimo tratto di circa 13 kilometri tra Castiglione del Lago e Sant’Arcangelo e il miglioramento della pista esistente, con restauro dei ponti di legno e il completo rinnovo del fondo stradale.

Per organizzare la Marathon Bike sono stati coinvolti tutti i Comuni del comprensorio del Trasimeno: Castiglione del Lago, Tuoro sul Trasimeno, Lisciano Niccone, Passignano sul Trasimeno, Magione e Panicale a sottolineare la volontà degli organizzatori di promuovere tutto il territorio del lago. Fondamentale poi il supporto delle sezioni Avis, delle Misericordie di Castiglione del Lago e di Magione, del Gruppo CB Radioamatori Trasimeno e di circa 30 volontari che garantiranno la sicurezza dei corridori soprattutto vigilando gli incroci con strade percorse da autovetture.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*