Canottaggio: Domani si assegneranno i primi titoli iridati under 23

49(umbriajournal.com) LINZ – Alla vigilia delle ultime due giornate di competizioni, l’Italia si presenta con otto imbarcazioni già qualificate per le finali del mondiale Under 23 di Linz (Austria), delle quali sette disputeranno già domani pomeriggio la propria finalissima con inizio alle ore 16. Domani, infatti, si assegneranno sul bacino di regata di Ottensheim i primi otto titoli di campione del mondo under 23 2013. Sei barche azzurre avevano conquistato il pass per la finale già nei giorni scorsi, mentre il settimo equipaggio, il due senza leggero di Francesco Schisano e Vincenzo Serpico (CN Stabia), campioni del mondo in carica, ha superato il turno questa mattina vincendo la semifinale e facendo registrare pure il miglior tempo assoluto di giornata.

Tornando alle gare di oggi, va sottolineato l’avanzamento di altri equipaggi azzurri nel percorso di avvicinamento al secondo e conclusivo turno di finali programmato nella mattinata di domenica 28 luglio. Le barche che hanno superato il penultimo scoglio delle qualificazioni sono il singolo di Francesco Cardaioli (SC Padova) che, grazie al secondo posto nei quarti e ad una gara coraggiosa, è riuscito ad agguantare la semifinale che si disputerà domattina; il quattro di coppia di Corrado Verità (SC De Bastiani), Tiziano Evangelisti (CC Civitavecchia), Michele Manzoli (SC Baldesio) e Davide Mumolo (SC Elpis) che col terzo posto nel recupero di stamani si è guadagnato l’accesso in semifinale. Bene anche il singolo pesi leggeri di Federico Gherzi (SC Esperia) che, grazie ad una gara intelligente e di attacco, domani sarà anch’esso in gara nella semifinale. Niente finale, invece, per l’ammiraglia under 23 che esce di scena col quarto posto nel recupero di oggi (passavano il turno solo i primi due), e per il doppio di Davide Magni (Canottieri Gavirate) e Filippo Mondelli (SC Moltrasio), sesto.

Nelle donne prosegue il cammino verso le finali solo il doppio pielle di Federica Pala (Lavoratori Terni) e Elena Coletti (Fiamme Gialle), vincitore del proprio recupero. Niente da fare, invece, per il singolo della lariana di Aurelia Wurzel, quinta nel suo recupero. Terzo posto nei ripescaggi e fuori dalle finali (passavano i primi due) anche il doppio di Eleonora Denich (Nazario Sauro) e Giorgia Bergamasco (Cus Bari) ed il singolo pielle di Denise Zacco (SS Murcarolo) quarta nel suo recupero.

Il programma delle finali di domani prevede: ore 16.13 il quattro con di Massimiliano Rocchi (CRV Italia), Mario Cuomo (CC Irno), Vincenzo Abbagnale (CN Stabia), Luca Parlato (Marina Militare), Andrea Kiraz-timoniere (CC Saturnia); alle 16.26 il quattro di coppia pesi leggeri femminile di Greta Masserano (CUS Torino), Francesca Fava (SC Bissolati), Alessandra Derme, Francesca Contini (Canottieri Gavirate); alle 16.39 il due senza pesi leggeri maschile di Francesco Schisano e Vincenzo Serpico (CN Stabia); alle 16.52 il due senza senior donne di Beatrice Arcangiolini (SC Firenze) e Gaia Marzari (SC Lario); alle 17.05 il quattro di coppia pesi leggeri maschile di Paolo Ghidini (SC Sebino Lovere), Michele Quaranta, Francesco Pegoraro (Sisport FIAT), Matteo Mulas (Lavoratori Terni); alle 17.18 il quattro di coppia femminile di Sara Magnaghi (SC Moltrasio), Giada Colombo (SC Tritium), Alessandra Patelli (SC Sile), Cecilia Bellati (SC Diadora); mentre alle 17.31 il quattro senza maschile di Matteo Borsini (SC Limite), Pietro Zileri Dal Verme (SC Firenze), Roberto Bianco (Fiamme Oro), Cesare Gabbia (SC Elpis) sarà l’ultima barca azzurra in gara a chiusura della prima giornata di finali.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*