Canottaggio, 13 medaglie per la Para-Rowing

Alberti, vincitore 2011
Alberti, vincitore 2011

Dopo le nove medaglie vinte ieri, nella prima giornata di gare dell’Internazionale Para-Rowing e internazionale INAS-FID, oggi a Gavirate la Nazionale Azzurra Para-Rowing conquista altre 4 medaglie (1 oro, 2 argenti, 1 bronzo) portando il bottino italiano a quota 13 medaglie (2 ori, 6 argenti, 5 bronzi). L’Internazionale di Gavirate per il canottaggio Para-Rowing, oltre ad essere stata un valido banco di prova in vista della partecipazione alla Coppa del Mondo di Aiguebelette (Francia), ha avuto anche il merito di medagliare molti degli azzurri che in questi due giorni di gara hanno disputato le finali.
A vincere l’oro è stato il quattro con LTA di Lucilla Aglioti (CC Aniene) – che oggi ha preso il posto di Paola Protopapa –, Valentina Grassi (CC Roma), Tommaso Schettino (CC Aniene), Omar Airolo (C Gavirate) e Giuseppe ”Peppiniello” Di Capua (CN Stabia) al timone. Non c’è stato il confronto con la barca inglese, assente per il riacutizzarsi di un problema fisico ad un atleta, ma c’era l’Italia che, nonostante un cambio rispetto alla formazione di ieri ha dimostrato di essere ancora una formazione leader del settore Para-Rowing tenendo ancora dietro di sé il Sud Africa di Marco Galeone, il tecnico italiano attuale coach della nazionale sudafricana. La prima delle due medaglie d’argento è stata vinta da Daniele Stefanoni (CC Aniene) nel singolo TA maschile, che ha lottato strenuamente fino alla fine piazzandosi a ridosso della Gran Bretagna che ha conquistato l’oro. Il secondo argento è stato vinto, invece, da Florinda Trombetta (SC Milano) e Pierre Calderoni (Cus Ferrara) protagonisti della finale del doppio LTA Misto dietro solo alla Germania.
Nell’Internazionale INAS-FID, organismo internazionale presieduto dal brasiliano Amaury Russo, il quattro con LTA ID di Serena Menichelli, Elisabetta Tieghi (C Gavirate), Luca Varesano (SC Lario), Francesco Borsani, Margot Barberi (C Gavirate) conferma la medaglia di bronzo vinta ieri. L’oro è andato alla formazione di Hong Kpng che si è confermata leader tra atleti con disabilità intellettiva e relazionale.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*