Bucchi annuncia la formazione che andrà in campo nel derby: la sorpresa è Di Nolfo

Questo l'undici titolare: Rosati, Del Prete, Volta, Belmonte, Chiosa, Zebli, Brighi, Dezi, Di Nolfo, Di Carmine e Bianchi. Guberti partirà dalla panchina

Christian Bucchi ha annunciato la formazione del derby. Foto di Umbria Radio
Foto di Umbria Radio

Bucchi annuncia la formazione che andrà in campo nel derby: la sorpresa è Di Nolfo

Partiamo dalla formazione”. Ha esordito così stamattina in conferenza stampa l’allenatore dei Grifoni Cristian Bucchi: Giocheranno Rosati, Del Prete, Volta, Belmonte, Chiosa, Zebli, Brighi, Dezi, Di Nolfo, Di Carmine e Bianchi. Non ci sono Zapata e Buonaiuto, mentre Guberti andrà in panchina. Ha provato in tutti i modi ad esserci ed ho apprezzato il suo carattere e la sua voglia. Chi gioca deve sentirsi titolare. Umiltà e presunzione di sentirsi titolari ed importanti per questa squadra. I non convocati sono Zapata, Buoniauto, Drole, Imparato, Mancini, Alhassan e Joss. In difesa ho a disposizione un pacchetto molto importante, compreso Di Chiara che viene con noi in panchina. Ha bisogno di minutaggio per portarlo nelle migliori condizioni possibili. Ho 25-26 giocatori forti, quindi può voler dire che chi va in tribuna sabato può anche giocare titolare martedì”. Niente pretattica, dunque, da parte del mister biancorosso, ma forse un tentativo di motivare ancor di più chi sa già che scenderà in campo.

Il derby fa storia a sé 

“Questo match arriva nel momento perfetto: sappiamo cosa significa il derby per questa città, per la nostra gente, per i nostri tifosi. Vedendo questo nostro inizio bellissimo dal punto di vista del gioco e dell’identità, ma brutto dal punto di vista dei risultati, questo derby può essere il punto di incontro rispetto a quello che meritiamo: una bella vittoria. Speriamo sia un punto di partenza.

L’approccio mentale del derby è indipendente: ogni singolo giocatore la concentrazione la trova da sé. Non ci sono articolare cose che ci preoccupano degli avversari. Falletti è un giocatore importante che conosciamo, ma non costruiamo una tattica difensiva sul giocatore. La Ternana ha un pacchetto offensivo importante, dobbiamo essere bravi a non lasciare solo spazi.

In queste 3 gare si è vista una squadra avvelenata come piace a me.

Siamo venuti meno nei momenti decisivi e dobbiamo migliorare su questo ed in fretta. La ferocia la squadra la trasmette: comandiamo il gioco, recuperiamo palla. Nelle 3 situazioni in cui abbiamo pagato un prezzo alto, questa ferocia è venuta meno. Non ci vogliamo piangere addosso, dobbiamo costruire. Noi dobbiamo sfruttare i nostri giocatori per quello che hanno: per una partita la cosa fondamentale in un derby credo che sia lo spirito di sacrificio. I giocatori che scendono in campo, che vanno in tribuna, che sono in panchina hanno una grandissimo senso di appartenenza verso il Perugia. Se ad un terzino chiedo di fare il portiere, sono certo che per una partita lo farà.

È una squadra che mi fa star tranquillo, ha grande voglia di lavorare. Hanno accusato la partita di Brescia, perché è stato preso gol all’ultimo istante. È stato un macigno, ma la squadra si è scrollata di dosso questo macigno. Ho la serenità di un allenatore che guida una squadra di uomini che vogliono far bene. Ho grande carica, grande voglia e mi piacerebbe vincere per iniziare un percorso di punti importante, perché sarebbe la prima vittoria di questa stagione. Chi vince i derby poi rimane nella memoria. Bisoli lo scorso anno ha vinto due derby e solo per questo merita di essere ricordato. Sarebbe bello che il mio nome e quello dei ragazzi sia ricordato nella storia”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*