Brunello Cucinelli onora memoria di Antonio Ceccarini

.Cucinelli, che era in compagnia di altri amici storici del "Tigre", e tra questi Pino Roma, ha consegnato domenica pomeriggio 25 Ottobre il "tartufo d'oro" alla moglie Grazia e ai figli Matteo e Gaia

Brunello Cucinelli onora memoria di Antonio Ceccarini
memoria ceccarini
Brunello Cucinelli onora memoria di Antonio Ceccarini
mario-mariano1
Mario Mariano

da Mario Mariano
È stato Brunello Cucinelli, l’amico di una vita, suo tifoso ai tempi del Perugia dei miracoli, e poi suo socio in affari ,a voler onorare la memoria di Antonio Ceccarini ,consegnando ai familiari il premio dedicatogli dalla sua città natale, S.Angelo in Vado.Cucinelli, che era in compagnia di altri amici storici del “Tigre”, e tra questi Pino Roma, ha consegnato domenica pomeriggio 25 Ottobre  il “tartufo d’oro” alla moglie Grazia e ai figli Matteo e Gaia, nella piazza principale di S.Angelo in Vado, gremita di gente.Il riconoscimento,attribuito ogni anno ad esponenti  del mondo dello spettacolo, della cultura e dell’imprenditoria, per la prima volta è stato assegnato alla memoria di un personaggio scomparso.


Formazione per comunicatori e giornalisti
Scrivi a direttore@marcellomigliosi.it

Nella motivazione è stato sottolineato l’attaccamento di Ceccarini alla sua terra, anche e soprattutto quando era all’apice della popolarità e veniva considerato dalla critica sportiva uno dei migliori difensori del calcio italiano, ai tempi del Perugia dei miracoli.

C’è di più

Di più: Ceccarini proprio in segno di riconoscenza verso la sua cittadina ,si adoperò perché la squadra dell’imbattibilità in campionato venisse premiata con il “tartufo d’oro” .Momenti di commozione quando   sul palco ha preso la parola ala signora Grazia, moglie del “Tigre ” per ringraziare ” quanti hanno voluto ricordare Antonio in un modo che a lui sarebbe piaciuto molto, nella sua vita ha amato molto il calcio e l’attività imprenditoriale che ha svolto fino a poche settimane prima di lasciarci “. Espressioni di riconoscenza sono state rivolte allo stesso Cucinelli (” ci è stato sempre vicino durante il periodo della malattia “) e a quanti nello stadio di Perugia hanno voluto testimoniare il loro apprezzamento per chi ha dato tutto per onorare la maglia. Anche Barbara De Rossi e Mogol, che figuravano tra i premiati, hanno voluto abbracciare i familiari di Antonio Ceccarini.

memoria di Antonio Ceccarini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*