BOTTA E RISPOSTA TRA GRIFO PERUGIA E RES ROMA

grifo_res_roma(Uj.com 3.0) PERUGIA – Emozioni e spettacolo al “Giansanti” di Collestrada tra le formazioni Primavera di Grifo Perugia e Res Roma. Nel secondo turno della fase finale del campionato di categoria, le due squadre si sono affrontate (domenica 18 maggio) senza risparmiarsi e alla fine ne è uscito un pareggio (3-3) che elimina le capitoline e lascia aperte le porte della qualificazione per le grifoncelle, che domenica prossima (25 maggio) dovranno andare a vincere in casa della Jesina, quest’ultima ferma per il turno di riposo e vittoriosa alla prima giornata proprio contro la Res Roma (2-1). Per l’occasione, il tecnico biancorosso Valentina Belia ha dato fiducia al gruppo che nella fase invernale si è aggiudicato il girone umbro toscano, con l’innesto tra i titolari di Luisa Pugnali e Gloria Marinelli, ancora in età per la Primavera e pedine insostituibili anche della prima squadra. L’avvio di gara non è stato dei più brillanti, sopratutto da parte delle grifoncelle, che forse hanno accusato un po’ di emozione, visto anche il numeroso e rumoroso pubblico presente. La gara si è sbloccata solo al 36′, quando Brozzetti di testa ha messo dentro un pallone vagante in area di rigore. La risposta capitolina non si è fatta attendere e un minuto dopo, sempre di testa, ci ha pensato Mosca a riequilibrare il punteggio. In apertura di ripresa (5′), la Res ha trovato il gol del vantaggio con una bella conclusione di Pittaccio e la Grifo ci ha messo un po’ per smaltire il colpo. C’è voluta un’autentica prodezza di Luisa Pugnali, al 23′, per rimettere in piedi il risultato, con il pubblico presente in totale visibilio. Le emozioni, però, non sono finite: al 29′ Marinelli ha scheggiato la traversa con una bella conclusione dai venti metri e qualche istante dopo, da un suo preciso cross dalla sinistra, è nato il momentaneo vantaggio di Narcisi, brava a trovare il tempo e la forza per lo stacco. Momentaneo, perché la Res Roma ha ritrovato la forza per centrare il pareggio (34′), ancora con Pittaccio, su una mezza ingenuità della retroguardia biancorossa. Nel finale un’occasione per parte, ma nè Marinelli, imprecisa in area piccola, nè Simonetti, fermata dal palo, sono riuscite a cambiare un risultato che, come detto, elimina la Res Roma e tiene vive le speranze di qualificazione alla semifinale per la Grifo.

INTERVISTE

Valentina Belia, tecnico Grifo Perugia Primavera: “Sono molto soddisfatta della partita che hanno disputato le mie ragazze. All’inizio credo che abbiamo accusato un po’ di emozione, poi con il trascorrere dei minuti hanno fatto e bene la loro parte. Forse potevano essere un po’ più precise sotto porta, ma anche una vittoria ci avrebbe costretto ad andarci a giocare la partita a Jesi”.

Valentina Roscini, Presidente Grifo Perugia: “E’ stata una partita molto emozionante, dove forse potevamo essere più precisi. Le ragazze hanno comunque disputato una buona partita, contro un avversario attrezzato. Adesso ci aspetta un’altra partita difficile, dove ci giocheremo la qualificazione. A Jesi possiamo fare bene”.

IL TABELLINO

GRIFO PERUGIA RES ROMA 3-3 (1-1)

GRIFO PERUGIA: Marroccoli, Alessi (48′ st Catanossi), Ricci, Brozzetti (34′ st Ceccarelli M.), Vinciarelli (15′ st Monetini), Rosmini, Pugnali, Narcisi, Ceccarelli L.(10′ st Pellegrino), Giovannucci, Marinelli. A disp.: Ciacci, Rinaldi, Franciosa. All.:Belia

RES  ROMA: Caporro, Guerrera, Loddo, Ciccotto, Mosca, Francisci (44′ pt Labate), Spagnoli (1′ st Genovesi) , Ciccotti, Palombi, Simonetti, Pittaccio. A disp.: Cieli, Dessi, Baldini. All.: Piras.

MARCATORI: 36′ pt Brozzetti (GP), 37′ pt Mosca (RM), 5′ e 42′ st, Pittaccio (RM), 23′ st Pugnali (GP), 30′ st Narcisi (GP).

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*