Boccette: è la squadra del KIWI a vincere la Coppa Campioni Umbria

da Gino Goti
E’ stato un tiro magistrale di capitan “Orso”, un tiro da 24 punti, a decretare la vittoria della squadra della sala Biliardi il KIWI di Via Pievaiola a Perugia sull’agguerritissima formazione La Piroga 1 di Santa Maria degli Angeli. C’era anche il presidente federale nazionale Pavio Migliozzi ad affiancare Rossano Mazzetti, presidente regionale FIBIS/boccette, nella consegna del prestigioso e prezioso premio. Subito in vantaggio la squadra del KIWI vincendo la prima delle 7 partite in programma per la finale, pareggio della Piroga con la seconda partita ma il KIWI riusciva a chiudere sul 2 a 1 la prima serie degli incontri. Nella seconda serie Alessandro Forlimbergi otteneva, con una vittoria lampo, il 3 a 1 e poi, mentre le altre due partite avevano un andamento incerto, il capolavoro di capitan “orso” e del suo compagno di coppia Mirko Bernasconi.

L’applauso dei compagni di squadra, l’esultanza di patron Silvio e del titolare di Umbria Giochi, cui si deve la sponsorizzazione del team, completavano un torneo durato un mese intero in cui la squadra del KIWI di serie A/1 ma anche le singole individualità nelle varie sezioni della manifestazione biliardistica che ha visto avvicendarsi sui 6 biliardi di Borgo Novo circa mille giocatori provenienti da tutta l’Umbria, hanno fatto parte del leone arricchendo la bacheca del KIWI di undici coppe. In evidenza Alessandro e Roberto Forlimbergi, Leonardo Mariani e Giulio Ribigini nella categoria U.23.

Soddisfazione anche di Marco Ragni, direttore del torneo e responsabile dei corsi gratuiti di biliardo tenutisi il 16 e il 30 maggio e seguiti da una trentina di aspiranti giocatori di biliardo. Festa grande in via Pievaiola dove Giancarlo, il responsabile di sala del KIWI, ha già ricevuto oltre cento nuovi iscritti al Circolo Sportivo nel corso del mese di Maggio. Tra loro ci saranno certamente i successori dei campioni di oggi “Tutti perugini o dei dintorni” tiene a precisare Fabrizio capitan “orso” “a significare l’alto livello raggiunto dalle “boccette” umbre che quest’anno hanno avuto il piacere di salutare l’ingresso dell’umbro Simone Proietti nei 16 master d’Italia”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*