Bisoli: “Bando ai sentimentalismi, voglio vincere”

Per Pierpaolo Bisoli non c’è grande spazio per i ricordi. Alla vigilia della partita che lo opporrà al Cesena, squadra con cui ha vinto tre campionati e segnato sin qui i momenti più esaltanti della sua carriera da allenatore, la testa è estremamente indirizzata verso le vicende del Perugia, sempre più in emergenza. “Sicuramente non sarà un partita come tutte le altre – ci tiene a precisare il tecnico emiliano – ma a Cesena mi conoscono bene e sanno che non farò sconti. Anzi, voglio vincere e mettere in cascina dei punti, visto che i quattro che abbiamo in classifica sono un po’ pochi. Cesena la porterò sempre nel cuore, perchè ho vissuto dei momenti bellissimi sul piano umano e professionale”. Una partita sulla carta non facile, contro un avversario che è partito bene e che ha tutto per arrivare in fondo. “Qualcuno ha parlato di ultima spiaggia e non sono d’accordo. Il campionato è ancora lungo e credetemi il Perugia ha imboccato la strada giusta. Se avessimo avuto un pizzico di fortuna in più e realizzato almeno un gol nelle tre partite, ora staremmo a parlare di un’altra classifica. Non mi interessano le prime posizioni adesso: quello che conta è il 12 maggio e io sono convinto che quel giorno staremo in alto. Che partita mi aspetto? Non bisognerà concedergli spazi, perchè il Cesena ha dei giocatori micidiali. Dovremo essere bravi a togliergli la palla il prima possibile e a colpirli quando loro si sbilanciano”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*