Bastia, volley b1/f, la Edil Rossi pensa al riscatto nel derby di Todi

Eleonora Gatto, Catia Ceppitelli muroBASTIA UMBRA – Nello scorso fine settimana è arrivato il sesto stop della stagione per la Edil Rossi Bastia che ora ha perso contatto con il gruppo delle migliori nel campionato di serie B1 femminile.

La sconfitta nello scontro diretto col Pesaro ha causato uno scollamento portando a sei le lunghezze di ritardo delle biancoazzurre dalle formazioni che occupano la zona play-off.

Nelle sei gare che rimangono per concludere la stagione regolare l’obiettivo è quello di fare più punti possibili, sperando magari di migliorare l’attuale sesta posizione di classifica.

A parlare a mente fredda dell’ultima gara è la schiacciatrice Serena Ubertini: «Abbiamo affrontato la gara sapendo che sarebbe stata dura visto che entrambe ci giocavano l’accesso ai play-off, loro sono state più brave nei momenti decisivi e più efficaci in fase muro difesa».

L’atleta di origine castiglionese torna a sottolineare l’importanza di mantenere un atteggiamento positivo per onorare il torneo e per evitare in futuro di avere rimorsi di qualsiasi genere.

«Ancora non bisogna scoraggiarsi perché possiamo farcela a raggiungere la zona play-off è dura perché siamo condizionate anche dai risultati delle avversarie e non dipende solo da noi ma ce la metteremo tutta per non perdere più colpi da qui alla fine».

Adesso la concentrazione delle ‘edili’ passa al match successivo, un duello in trasferta ma nel quale non mancherà il supporto dei propri tifosi dato che si gioca entro i confini umbri.

«Nella prossima giornata saremo di scena a Todi e come in tutti i derby ci aspettiamo una bella gara ricca di emozioni. La squadra tuderte tra le sue mura ha spesso ottenuto vittorie importanti e non sarà facile per niente questa partita, nonostante sia qualche posizione più in basso rispetto a noi. Le mie sensazioni sono sempre positive perché io sono ottimista di natura».

Appuntamento per il quale già un certo fermento e che si disputerà al palazzetto di Ponte Naia alle ore 17,30 domenica 30 marzo.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*