Bastia Umbra, volley b1/f, Eleonora Gatto mostra fiducia nella Edil Rossi

Edil Rossi Bastia
Edil Rossi Bastia

BASTIA UMBRA – La sosta pasquale è andata in archivio e la Edil Rossi Bastia ha ripreso ad allenarsi a pieno ritmo in vista del terz’ultimo impegno della stagione regolare, ultimo del mese di aprile.

Nel campionato di serie B1 femminile si torna in campo sabato prossimo e le biancoazzurre si concentrano per affrontare le tre giornate che restano da disputare con il massimo impegno.

 

Portare a conclusione le ventisei ‘fatiche’ è l’obiettivo del gruppo che si allena senza stress come dice la palleggiatrice Eleonora Gatto: «Questi giorni di riposo sono stati importanti per recuperare le energie per poter affrontare al meglio questo rush finale. Vogliamo chiudere al meglio questo campionato ed onorarlo in tutto e per tutto».

 

La sesta posizione della classifica, come più volte è stato ricordato, è per le bastiole un buon risultato dato che le squadre che precedono hanno dimostrato di essere molto più costanti ma per mantenere il trend c’è da tornare subito alla vittoria sabato tra le mura amiche.

 

«Gli allenamenti sono ripresi a pieno ritmo per poter fare bene ad ogni partita. La nostra prossima avversaria sarà Rieti, squadra che ci ha messo in difficoltà anche all’andata poiché ha in organico giocatrici di esperienza come Sammartano, con cui ho condiviso una promozione a Frosinone, e Vojth».

 

Alla sua terza esperienza a Bastia Umbra, nonché nella categoria nazionale, la giocatrice di origine romana è una delle atlete più amate dalla tifoseria, elemento che continua a dimostrarsi sempre professionale.

 

«Per quanto mi riguarda sono sicura che la squadra darà il massimo per garantire lo spettacolo al pubblico; possiamo giocare con tranquillità e toglierci le nostre piccole soddisfazioni».

 

Non resta che vivere questo sprint con crescente attenzione, la dirigenza del club targato Libertas Pallavolo Bastia mantiene inalterata la sua fiducia nel gruppo.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*