BASTIA, LA EDIL ROSSI BASTIA AFFONDA E POI RISORGE ESPUGNANDO TREVI

Pani Giulia
Pani Giulia
Pani Giulia

(umbriajournal.com) BASTIA – Lucky Wind Trevi – Edil Rossi Bastia = 2-3

(25-20, 25-19, 27-29, 19-25, 8-15)

Trevi: Silvestri 21, Alikaj 18, Barbolini  17, Capezzali  17, Pietrolati  6, Uti 4, Rocchi (L1), Meniconi 1, Monaci. N.E. – Nencioni. All. Gian Paolo Sperandio ed Albino Bosi.

Bastia Umbra: Ubertini 24, Ceppitelli 14, Giusti 11, Tiberi 8, Mezzasoma 7, Gatto 4, Gagliardi (L1), Pani 12, Crisanti, Alessandretti, Paffarini, Da Col. All. Gian Luca Ricci ed Alessandro Papini.

Arbitri: Mirko Donati e Michele Marotta.

Lucky Wind (b.s. 4, v. 8, muri 11, errori 26).

Edil Rossi (b.s. 1, v. 4, muri 16, errori 19).

Il derby umbro della seconda giornata d’andata disputata al palazzetto Stefano Gallinella sorride alle ospiti targate Edil Rossi Bastia che prima si complicano la vita e poi operano il rovesciamento di fronte. Sotto di due set e con la drammatica situazione di 21-12 nel terzo set, le biancoazzurre che riescono in un’autentica impresa sportiva, di quelle su cui nessuno sarebbe disposto a scommetterci un euro. Anche il secondo duello della stagione di serie B1 femminile registra un successo al tie-break, al cospetto di un pubblico record e di unaLucky Wind Trevi che si è rivelata davvero ostica e ben messa in campo.

Le padrone di casa giocano bene per oltre due set, poi cominciano ad evidenziare qualche crepa nel gioco e le bastiole sono abili a sfruttarle, trovando risorse nella ex Ubertini e nella panchina con l’ingresso di Pani, le due atlete salgono in cattedra e spianano la strada verso la vittoria. Affermazione di valore ancora maggiore se si considera che è stata ottenuta con la squadra nuovamente priva della schiacciatrice Da Col, in recupero dal problema muscolare al polpaccio, e facendo a meno dell’opposta Mezzasoma che dal terzo parziale ha abbandonato il campo per un malore.

E’ senza dubbio Giulia Pani la nota più positiva della giornata, atleta giovane ma capace di rispondere presente non appena è stata chiamata in causa, diventando il punto di riferimento delle bastiole. Tra le prove degne di nota va anche sottolineata quella della centrale Tiberi a muro, fondamentale dove ha raccolto ben cinque punti personali, evidenziando una spiccata propensione a fermare il gioco avversario.

In definitiva due punti buoni per la classifica, imbattibilità stagionale conservata e quarta posizione che non pare proprio male dietro ad Olbia, unica a punteggio pieno, Perugia e Pesaro. La Edil Rossi archivia in fretta il capitolo del derby per concentrarsi sui prossimi impegni del campionato, due gare interne consecutive contro la pari punti Filottrano e la capolista Olbia che dovranno far capire fin dove è possibile osare.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*