Basket, U15: emozioni e spettacolo alle Final Four

Chi ha scelto di restare a guardare la Juve alla TV stavolta forse ha fatto la scelta sbagliata. Contrariamente a quanto accaduto nella prima giornata, dove le semifinali si sono concluse con scarti ampi ed il risultato è stato virtualmente acquisito ben prima della sirena, le finali sono state straordinarie, piene di emozioni e l´esito è rimasto in bilico fino all´ultimo.

Finale 3/4 Posto
Nella finale per il terzo posto partenza tutta in salita per i ragazzi di Orvieto, mentre Terni parte con il piede giusto trascinata da Miccini e Giombini. Inevitabile il time out di coach Zannini, che ruota costantemente i suoi giocatori alla ricerca di maggiore concentrazione e intensità. I primi a rispondere presente sono Lipparoni e Prosperini, che ricuciono a meno 4 al termine del primo quarto (16-12)
La seconda frazione è sul filo dell´equilibrio: gli attacchi faticano a trovare fluidità, a Micciani da una parte entra una tripla, dall´alta Bonifazi si guadagna qualche gita in lunetta, ma siamo sempre lì. Solo dopo l´intervallo gli orvietani trovano il ritmo giusto e piazzano il parziale decisivo, grazie soprattutto ai recuperi ed al contropiede. Due canestri consecutivi di Mocetti, poi tripla di Lazzarini e 6 punti in un amen di Lipparoni. E´ la fuga buona, anche se Terni non molla: Micciani in vista del traguardo segna 12 punti di fila, e le ultime battute sono col brivido. Due zingarate in entrata di Bonifazi chiudono però definitivamente i conti: la terza piazza è dell´Orvieto Basket.
I protagonisti in campo vengono premiati con la nuova formula voluta dal Comitato Regionale della FIP denominata “Quinto Quarto”: i due coaches consegnano il riconoscimento ad Arbitri, Ufficiali di campo e Commissario, mentre i capitani premiano i giocatori della squadra avversaria. Un segnale positivo di sportività e di rispetto reciproco al di là del risultato agonistico.

Finale 1/2 Posto
A bordo campo, pronte per il riscaldamento ci sono già Perugia e Valdiceppo. I perugini arrivano all´appuntamento imbattuti e con il pronostico dalla loro: l´ultimo confronto al PalaFoccià pochi giorni fa si era chiuso con uno scarto molto ampio, e nei precedenti confronti erano stati sempre i ragazzi di coach Corbucci ad avere la meglio. Ma in finale si parte da zero a zero ed il titolo regionale è tutto da giocare. Sfuriata iniziale di Gomez che prova subito ad indirizzare la gara per il verso giusto, ma la Valdiceppo c´è. Bonomi la mette da sotto, poi due volte Spaccia. Il tema è subito chiaro: Perugia vuole correre ad ogni possesso, i ponteggiani devono evitare errori banali e chiudere con energia sugli scarichi sotto canestro e sulle accelerazioni in palleggio di Faina e Ciofetta. Valdiceppo avanti di uno al termine del primo quarto, poi si procede appaiati fino all´intervallo con grande intensità e battaglia su tutti i palloni. Positivo apporto di Amadiaze da una parte, ad alzare il tasso atletico dei suoi, mentre Carotti e Rombi rispondono dall´altra. Si va negli spogliatoi in perfetta partità: 28-28.
Al rientro in campo la Valdiceppo inserisce il turbo, ancora sulle ali di Carotti e De Paola, mentre Spaccia e Orsini colpiscono con precisione dal perimetro. Il vantaggio sale anche a 12 lunghezze, i ponteggiani giocano con pazienza e trovano le conclusioni più logiche, mentre i grifoni provano a rispondere con l´energia di Gamboni e Massarelli.
La svolta dopo pochi minuti dell´ultimo quarto, quando una tiro da tre punti di Gomez di impenna sul ferro e poi finisce rocambolescamente nella retina: gli dei del Basket, direbbe forse qualcuno. Perugia ha il merito di crederci e di ritrovare l´energia e la convinzione per tornare a pressare a tutto campo, a Valdiceppo manca l´ultimo guizzo per chiudere i conti. Poi certo ci vuole anche che Faina ne metta due consecutive da tre punti e che un paio di palle vaganti alla finiscano nelle mani giuste. Perugia mette il naso avanti proprio sul filo della sirena, e festeggia un titolo che davvero ad un certo punto sembrava esserle sfuggito di mano. Ora i ragazzi di Corbucci e Lupattelli affronteranno la vincente del girone sardo in uno spareggio valido per l´interzona.
“Facciamo i complimenti ai nostri avversari” il commento della staff tecnico ponteggiano “che hanno saputo reagire ad una situazione difficile e trovare le giocate importanti nei momenti decisvi. Ma un applauso lo meritano di sicuro anche i nostri ragazzi per la maturità con la quale hanno giocato questa partita, e per i progressi che hanno dimostrato nel corso dell´intera stagione. E´ stato un confronto leale e appassionante, bravi tutti”.
Prima delle premiazioni finali il ricordo di Mario Angeli Coarelli, cui la Final Four Under 15 sono dedicate, e la consegna del premio da parte dei figli Marta e Tommaso a Saverio Bartoli (Giromondo Spoleto) come Under 15 più meritevole in questa stagione. Al secondo posto Gomez (Perugia Basket) e De Paola (Valdiceppo Basket)

Finale 3/4 Posto
Virtus Basket Terni – Orvieto Basket 53-57
Parziali: 16-12, 10-12, 7-18, 20-15
Arbitri: Ricci e Scipioni
Virtus Terni: Ciuffa, Landi, Menicocci 3, Micciani 23, Vico 2, Camiciola, Longhi, Giombini 8, Moretti 8, Scodellaro, Picchiarati. All. Graziani
Orvieto Basket: Chiodi, Balanelli, Rocca, Mocetti 4, Lazzarini 13, Bonifazi 12, Stella, Fiorenzi, Lipparoni 13, Torricelli 3, Prosperini 12, Sangiorgio. All. Zannini

Finale 1/2 Posto
Perugia Basket – Valdiceppo 64-60
Parziali: 15-16, 13-12, 13-23, 23-9
Arbitri Peruzzi e De Laurentiis
Perugia: Degli Esposti, Ciofetta 13, Faina 12, Gamboni 2, Massarelli 3, Amadiaze 11, Ragni, Buchicchio, Gomez 23, Gatto, Pennicchi, Aprile. All. Lupattelli – Corbucci
Valdiceppo: Gianangeli, Cecchini 7, Orsini 11, Baldetti, Rombi 2, Carotti 12, Bonomi 8, Spaccia 10, De Paola 10, Gori, Colagrande, Saraceni. All. Traino – Olivieri

Classifica Finale
1- Perugia Basket
2- Valdiceppo Basket
3- Orvieto Basket
4- Virtus Terni

IV Memoria Mario Angelo Coarelli
1- Saverio Bartoli – Giromondo Spoleto
2- Gomez Vince – Perugia Basket
3- Vairo De Paola – Valdiceppo Basket

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*