Basket serie A1/F, Ivana Tikvic a Umbertide

Ivana Tikvic

Si completa il gruppo di straniere che il prossimo anno vestirà la maglia di Pallacanestro Femminile Umbertide. La terza, quella di passaporto comunitario, sarà infatti Ivana Tikvic, ala/pivot croata di 189 cm, nata a Zagabria il 3 marzo 1994. Si tratta di una giocatrice che risponde in pieno al progetto della prossima stagione di Umbertide: giovane, di talento e con tanta voglia di crescere e migliorare. È uno dei prospetti migliori prodotto negli ultimi anni dal basket croato, tanto che dopo aver percorso tutta la trafila delle nazionali giovanili, nello scorso mese di giugno è già stata protagonista con la maglia della nazionale maggiore agli Europei di Romania-Ungheria. Si tratta di un’atleta con un gioco in post molto solido in entrambe le fasi di gioco, solida rimbalzista, buona intimidatrice in difesa, brava nel prendere posizione spalle a canestro ma anche nel mettere palla a terra in attacco.

È cresciuta nel vivaio del Medvescak, formazione di Zagabria nella quale ha militato per tutta la sua fin qui giovane carriera. A soli 14 anni, nell’estate 2008, è già convocata nella nazionale croata under 16 che partecipa all’europeo di categoria divisione B in Bulgaria anche se ovviamente con un ruolo secondario data la giovanissima età. Ben più importante il suo apporto nella stagione successiva, quando contribuisce al secondo posto e alla promozione nella massima categoria con 3,6 punti, 5 rimbalzi e 1,2 stoppate (quinta assoluta nella speciale classifica) nei 15 minuti di utilizzo medio. L’estate seguente, stavolta in divisione A, migliora ulteriormente le sue medie: 7 punti, 6,3 rimbalzi, 2,4 recuperi e 2,1 stoppate (quarta assoluta) ed è tra le protagoniste dell’argento della Croazia, superata solo dalla Russia.

Nel frattempo inizia a trovare spazio anche nella prima squadra del Medvescak. Già a 15 anni inizia a entrare nelle rotazioni, nella stagione 2009-10 ha spazio in Adriatic League e nel campionato nazionale, mentre in Eurocup si siede solo in panchina. Nella stagione successiva si ritaglia minuti importanti, già prima di compiere 17 anni parte spesso in quintetto, in Adriatic League segna 5,6 punti e prende 4,9 rimbalzi a partita, entrando già tra le prime 5 stoppatrici della Lega, con quasi 20 minuti di utilizzo medio, venendo nominata da Eurobasket.com come novità dell’anno in Croazia. Cifre che sono il preludio del suo straordinario Europeo under 18. Vero che la Croazia si trova nella divisione B, ma è altresì da dire che Ivana si trova a competere con molte atlete un anno più grandi di lei. A Miskolc trascina al successo la Croazia segnano 20 punti, prendendo 12,6 rimbalzi e infliggendo 2,1 stoppate (migliore in assoluto in queste ultime due voci statistiche e seconda tra le marcatrici), cifre che le valgono anche il titolo di MVP della manifestazione. Nel 2012 quindi gioca sempre nell’under 18, ma stavolta in divisione A. Le cifre però restano notevoli. Nonostante qualche acciacco, è la settima marcatrice con 13,6 punti, la quarta rimbalzista con 9 e la seconda per stoppate con 2,6. La miglior partita proprio contro l’Italia, dove sfiora la tripla doppia con 17 punti, 10 rimbalzi e 7 stoppate, risultando decisiva nella vittoria delle balcaniche per 76-56 sulle azzurrine, tra le quali si era segnalata una buona prova di Ilaria Milazzo con 8 punti.

Nella stagione successiva, appena 18enne, si consacra ulteriormente segnando nel campionato croato 14 punti di media a partita e raccogliendo 8 rimbalzi e il Medvescak arriva fino alle semifinali dei play-off. È solo l’inizio dell’ascesa della formazione di Zagabria che vincerà lo scudetto croato sia nel 2013-14 che nella stagione appena andata in archivio. Nel primo caso a cadere per 3-1 nella serie finale è la Novi Zagabria, formazione di Eurolega con Ivezic e Komplet nelle sue file, e Ivana segna 20 punti in gara-1, che il Medvescak vince in trasferta. Nel 2015 invece è il Kvarner che cede per 3-2, con Tikvic che nella decisiva gara-5 realizza una doppia doppia da 11 punti e 11 rimbalzi, al termine di un’annata da 13 punti e 9 rimbalzi di media nel campionato croato, del quale diviene anche migliore stoppatrice. Nel 2014-15 Ivana si mette in luce anche in Adriatic League, con cifre ancora migliori. 15,5 i punti a partita, seconda rimbalzista con 11,4 e terza stoppatrice con 1,2. Anche con Venezia offre due buone prestazioni, 17 punti e 9 rimbalzi nella vittoria in Croazia e 13 e 18 nel ritorno al PalaTaliercio.

Il c.t. della Croazia Turic, che la conosce benissimo essendo anche il coach del Medvescak, dopo averla fatta esordire già nelle qualificazioni dell’estate 2014, sulla scia di queste prestazioni la porta agli Europei dello scorso mese di giugno. La Croazia, tra problemi di infortuni e mancate naturalizzazioni, non è certo nella sua versione migliore e non va oltre la seconda fase. Tikvic ha davanti nelle rotazioni giocatrici di grande esperienza e nome, trova poco spazio e gioca soprattutto nei finali di partita, ma nei 12,6 minuti di media che spende in campo segna comunque 5,4 punti e prende 3,6 rimbalzi e quando con la Slovacchia resta in campo per 23 minuti va anche in doppia cifra.

Per Ivana ora si apre un nuovo capitolo, forse il più importante, della carriera, quello di Umbertide, dove arriva con grandissimo entusiasmo, visto che giocare nel campionato italiano era il suo grande obiettivo.

A Ivana un caloroso benvenuto da parte della società, dello staff e dei tifosi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*