Basket A1 donne, Azzurra Orvieto, inizia una settimana durissima

Partita strana, quella che si giocherà domenica a Parma tra Lavezzini e Azzurra Ceprini Costruzioni Orvieto: strana perché la squadra che ne uscirà vincitrice non potrà gioire più di tanto in quanto dovrà poi sperare che quella perdente vinca successivamente  una delle due restanti partite per scongiurare lo svolgimento dei play out, che andrebbero in calendario qualora Trieste riesca a battere, nel turno infrasettimanale valevole quale penultima giornata del girone di ritorno, la Pallacanestro Vigarano, anch’essa ancora in lotta sia per i play off sia per i play out. Ma analizziamo il calendario delle squadre che potenzialmente potrebbero essere coinvolte nei play out: Battipaglia (16 punti) giocherà in casa contro Cagliari, poi andrà a Venezia e quindi riposerà nell’ultima giornata, Vigarano (14) giocherà in casa contro San Martino di Lupari, poi fuori a Trieste e infine in casa contro Cagliari, Cagliari (14) giocherà a Battipaglia, poi in casa contro Orvieto e infine a Vigarano, Parma (10) giocherà in casa contro Orvieto, poi a Napoli e infine in casa contro San Martino di Lupari, Orvieto (10) prima a Parma, poi a Cagliari e infine in casa contro Umbertide, Trieste (2) prima riposerà, poi  giocherà in casa contro Vigarano e chiuderà a Ragusa. Tante sono le soluzioni possibili, sia in funzione play off, per i quali manca da assegnare solo l’ottava posizione tra Battipaglia, Vigarano e Cagliari, sia in funzione play out. Play out che sarebbero scongiurati se Vigarano andrà a vincere a Trieste, lasciando quest’ultima a 2 punti e quindi distanziata di 8 punti rispetto alla  terzultima, anche se a fine campionato una tra Parma e Orvieto resterà a quota 10.
Dopo questa approfondita analisi di quello che ci aspetta fino alla fine del campionato, uno sguardo al nostro prossimo avversario, la Lavezzini Parma, che all’andata ci fece lo sgambetto espugnando il parquet di Porano con il punteggio di 57-64. Intanto dal 9 gennaio è cambiato l’allenatore, ora Mauro Procaccini, e si è aggiunta una straniera nel roster, Sonja Kireta, che ha sostituito Megan Kritscher. Nel quintetto trovano posto stabile, oltre alla già menzionata Sonja Kireta, la “vecchia” conoscenza Olga Maznichenko e  la guardia USA Danielle Christine Clark. Completano il quintetto la playmaker Valeria Battisodo e la guardia Mariachiara Franchini. Primi cambi l’ala Sara Crudo, l’ala/pivot Sara Giorgi e  la playmaker Sofia Marangoni mentre completano la panchina la guardia Claudia Corbani e le giovani Annalisa Trevisan e Nicole Petrilli.
Per quanto riguarda le nostre, appare difficile l’utilizzo di Valentina Baldelli, mentre auspichiamo una buona prestazione da parte di tutte le atlete, anche in funzione del miglior piazzamento in caso di play out.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*