Barton Cus Perugia, confermato l’arrivo dell’uruguaiano Lamanna

Il presidente Alessio Fioroni fa il punto della situazione

Alessio Fioroni, presidente del Rugby Perugia, dopo l'uscita del calendario del campionato nazionale di rugby maschile di serie A, girone 4, che vede protagonista la Barton.
Alessio Fioroni

PERUGIA – È ufficiale: Franco Lamanna Miranda ritorna a vestire i colori della Barton Cus Perugia. L’uruguaiano con passaporto italiano e titolare della nazionale uruguaiana di rugby,  faceva parte della squadra biancorossa la scorsa stagione ma è stato vittima di un brutto infortunio nell’ottobre 2014, durante una delle prime partite di campionato disputata contro l’Accademia Nazionale Ivan Francescato, che lo ha obbligato ad un lungo stop. Lamanna, che nel frattempo ha recuperato, ha disputato lo scorso settembre i Mondiali in Inghilterra con l’Uruguay. È un atleta che può giocare sia in seconda linea che in terza centro (il numero 8). Può ricoprire entrambi i ruoli.

Alessio Fioroni, presidente del Cus Rugby Perugia, è soddisfatto di questo rientro e sottolinea «l’ottimo lavoro di Roberto Cirimbilli. Il giocatore – prosegue – ci sarà molto utile e ci darà una grossa mano per la fase playout. Lo farà soprattutto in seguito all’infortunio di Matteo Giorgetti, avvenuto ad inizio campionato, che ci ha privato di una pedina molto importante. Contemporaneamente stiamo recuperando Domiziano Gorla. Si è infortunato anche lui ad inizio del campionato. Non abbiamo mai avuto la fortuna di vederlo giocare ma sappiamo che darà un contributo straordinario alla squadra nella fase finale del campionato. Ha grandi potenzialità. Il suo recupero è previsto per il prossimo mese. È evidente che la prima parte del campionato non è stata particolarmente fortunata in termini di condizioni atletiche e fisiche perché abbiamo subito una serie di infortuni che ci hanno penalizzato. Dobbiamo tenere conto però che giochiamo a rugby e quindi è prevedibile che durante l’anno ci possano essere dei giocatori che vengono a mancare. Tutto ciò considerato, se avessimo avuto l’intera squadra a disposizione ed in salute durante la prima metà del campionato probabilmente le cose sarebbero andate diversamente. Tutto ciò detto, si sa che nello sport in generale, e nel rugby in particolare, gli infortuni fanno parte dell’ordinaria amministrazione. L’arrivo di Lamanna è determinante in questo senso perché va a ricoprire un ruolo dove noi abbiamo subito una grave perdita che è quella appunto di Matteo Giorgetti in seconda linea. L’uruguaiano potrà essere utile anche in terza centro dove abbiamo avuto Di Cicco con qualche problema fisico e Gorla l’abbiamo perso come Giorgetti ad inizio campionato. Quindi è li che noi dobbiamo necessariamente lavorare prendendo dei nuovi giocatori. Uno è Lamanna e stiamo continuando a valutare eventuali ulteriori innesti in questi ruoli».

Fioroni fa anche una riflessione volgendo lo sguardo già alla prossima stagione: «Detto ciò, per quanto mi riguarda, ritengo che il mercato di gennaio non dovrebbe mai essere fatto perché le squadre debbono essere costruite in estate e con quelle bisogna arrivare fino in fondo. Noi dobbiamo prestare più attenzione alla programmazione. Da quest’anno già bisogna lavorare per il prossimo. Per non dover sempre correre ai ripari. Noi dobbiamo lavorare con maggior attenzione sulla nostra Under 18 e su i giovani umbri che in qualche modo possono essere di interesse per la serie A, quindi attingere anche ad altre squadre. Dobbiamo individuarli con un anno di anticipo ed iniziarci a lavorare, anche in termini di preparazione fisica ed atletica. Nella nostra regione ci sono ma dobbiamo lavorarci per farli diventare giocatori di serie A. Dobbiamo intervenire sulla massa muscolare, sulla resistenza, sulla corsa e sulla tenuta atletica nel complesso. Questa è programmazione».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*