B1 femminile: il coach Bovari tiene alta la guardia della Tuum Perugia

Fabio Bovari, coach Tuum Perugia
Fabio Bovari, coach Tuum Perugia

Partite gratuite al PalaEvangelisti per tifare il club più quotato della pallavolo donne – Prima settimana di lavoro tra sedute tecniche e pesi in attesa dell’assetto definitivo

(umbriajournal by Avi News) – PERUGIA Si sta per concludere la prima settimana di lavoro in palestra della Tuum Perugia che ha cominciato a conoscersi dallo scorso lunedì e cerca di sfruttare il periodo per ritrovare la condizione atletica e il necessario amalgama. Un periodo di transizione è quello che vede il club grifone alle prese con le sedute tecniche e di pesi, in attesa di conoscere il suo assetto definitivo, ma con lo stimolo di essere la squadra umbra più quotata del settore donne.

Saranno ancora protagoniste in serie B1 femminile le magliette nere e la dirigenza capitanata dal presidente Massimo Patiti che ha fatto grandi sforzi per mantenere l’ingresso gratuito ai fedelissimi del PalaEvangelisti. Gli sportivi del capoluogo regionale e gli appassionati delle schiacciate potranno, dunque, gustare ancora lo spettacolo di alto livello con accesso libero all’impianto di Pian di Massiano in tutte le partite del campionato. Il debutto nella terza categoria nazionale è ancora lontano e le perugine cercano di mettere a punto la condizione fisica in un periodo importante che prevede esercizi a carico crescente e incentrati sul risveglio neuromuscolare, tipico di un periodo che segue una sosta prolungata.

A delineare la stagione che verrà è il coach Fabio Bovari che sprona le ragazze e mette in allerta la tifoseria.  “Sarà un anno intenso e particolarmente impegnativo – ha dichiarato Bovari –, tutti noi ne siamo consapevoli. La parola d’ordine e non abbassare la guardia, lavorare, lavorare e lavorare. L’obiettivo come al solito è dare il 110 per cento. Dopo due anni di partecipazione ai play-off posso dire che sarebbe piacevole raggiungere per il terzo anno di fila lo stesso risultato, magari con un epilogo diverso. Sognare non costa nulla e porsi dei limiti non porta risultati quindi diamoci dentro e vedremo cosa succede. Invitiamo tutti i nostri sostenitori a dare il loro contributo a questa squadra e li aspettiamo numerosi sugli spalti del palasport”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*