AUTODROMO DELL’UMBRIA, “BUONA LA PRIMA” DEL TROFEO TURISMO

FotoAMBROSI-Turismo-2(UJ.com3.0) MAGIONE (PG) – Una domenica ricca di competizioni quella odierna all’Autodromo dell’Umbria, dove si sono svolte le prime due gare stagionali del Trofeo Turismo Magione 2013. In pista al Borzacchini anche il Trofeo monomarca “5 Hundred Cup”, che si corre con le Fiat 500 in uno speciale allestimento da corsa, nonché gli aficionados del Trofeo Minicar, in cui le protagoniste sono sempre delle Fiat 500, ma con qualche decennio in più ed una elaborazione sportiva molto spinta.

La prima corsa del Trofeo Turismo Magione divisa in due schieramenti in base alla cilindrata per via dell’alto numero di concorrenti iscritti alla manifestazione, ha visto una lotta serrata ma leale fra i piloti, per quanto riguarda le cilindrate più ridotte.

In particolare, nella classe N/2000 è stato il perugino Luca Rossetti su A.R.156 a trionfare, mentre fra le Fiat Barchetta ex Trofeo il primato è finito nelle mani del campione in carica, Federico Lilli; Massimiliano Paradisi ha primeggiato nella classe Alfa 33 e nella N1300 Tonino Scocco è stato il più veloce. Fra le auto più potenti nella classe GTCup è stata la Lotus 2 Eleven di Carlo Ferrari di Valbona a tagliare per prima il traguardo, mentre Arturo Pucciarelli ha vinto fra le E1/Italia su A.R. 147; fra le Renault Clio versione “Cup” Paolo Necchi è risultato il vincitore.

In gara 2 Adreano Alunno Ricci si è preso la rivincita su Lilli vincendo fra le Fiat Barchetta Sport, mentre Scocco ha bissato in N1300 e Paradisi ha fatto lo stesso fra le Alfa 33. Fra le auto “big” un’uscita di pista della Lotus di Pieralisi al “pronti-via!” ha reso necessario l’ingresso della safety car. Alla ripartenza la classifica ha fornito un “dejà vu” di gara 1 con la vittoria di Valbona per la classe GTCup, ancora seguito dalla Porsche Cayman di Martini; in classe E1/Italia si è affermato nuovamente Pucciarelli, ma Walter Lilli ha avuto la meglio su Necchi fra le Clio Cup.

La prossima gara del Trofeo Turismo Magione 2013 si svolgerà il 23 Giugno, in occasione della prova umbra dei Campionati Italiani Velocità ACI CSAI.

Nella “5 Hundred Cup” la prima gara è stata appannaggio di Davide Gaggianesi, che non ha lasciato il comando dal primo all’ultimo giro dell’agguerrito monomarca. Alle sue spalle anche Veronesi non ha mai ceduto la piazza, e al terzo posto la combattiva Silvia Sellani, scattata dalla terza fila e abilmente risalita. Gaggianesi si è concesso il bis in gara 2, seguito sul podio dalla scatenata Sellani e da Corinaldesi.

Tra le Minicar una gara priva di colpi di scena e all’insegna del fair play, con Vito Licciulli (già plurivincitore a Magione) dominatore incontrastato su De Filippis e Mascolo.

40 ANNI DELL’AUTODROMO BORZACCHINI, LA FESTA E’ INIZIATA

Si sono aperti oggi a Magione i festeggiamenti in occasione del quarantennale di attività dell’Autodromo. Le prime giornate di gara, infatti, si svolsero proprio tra il 22 e il 23 Aprile del 1973 e molti dei protagonisti di allora saranno presenti anche in questa occasione per ricordare quello storico ed emozionante evento. Nel corso del momento celebrativo si sono alternati gli attuali dirigenti dell’impianto umbro, ma la parola è stata passata poi alla memoria storica, ovvero ad alcuni fra quanti, quarant’anni fa, ebbero il coraggio di intraprendere l’impresa. Tra questi un commosso Walter Berardi, primo direttore dell’Autodromo di Magione, e Lorenzo Rondini.

“Quell’iniziativa nata quarant’anni fa ha portato tanto benessere a tutto il territorio su vari livelli – ha sottolineato il Presidente dell’AMUB, Marco Poponi – questo impianto ha inoltre forgiato piloti, team e commissari tecnici e sportivi che poi hanno fatto carriere internazionali”. Un plauso è andato da tutti alla lungimiranza dell’Automobile Club Perugia, che prese in mano la proprietà e gestione dell’impianto non appena l’attività iniziò a diventare più complessa. “E’ emozionante far parte di questa bellissima storia – ha affermato il Presidente dell’ACI Perugia, Ruggero Campi – e vedere quante persone e istituzioni hanno da sempre creduto e appoggiato l’Autodromo di Magione. Un pensiero a Mario Andrea Bartolini, ex presidente AMUB che per problemi di salute non è qui, e che ha molto investito nella polifunzionalità di questo impianto, dove oggi oltre alla pista funzionano campi da calcetto, piscina e un moderno parco didattico per l’educazione stradale dei giovanissimi”. Campi ha ricordato quanto oggi l’Autodromo dell’Umbria – cosa impensabile agli albori della sua storia – punti sull’educazione alla sicurezza stradale attraverso il CNESS (Centro Nazionale Educazione alla Sicurezza Stradale) e gli importanti progetti in tal senso che, nonostante la grave crisi economica, stanno andando avanti.

Anche il Direttore Ezio Sisti ha voluto ricordare quanti hanno personalmente investito sul circuito di Magione permettendo oggi di essere la realtà di riferimento del motorismo regionale e non solo. “Tutti i piloti italiani che sono arrivati in F.1 sono passati da Magione – ha affermato Sisti – e non possiamo non ricordare l’esordio di Jacques Villeneuve e di Valentino Rossi proprio sul nostro tracciato… se vuoi diventare un campione, devi debuttare a Magione!”, ha concluso il Direttore.

Il mese di Maggio porterà a Magione un importante evento, ovvero la settima edizione della 25 Ore di Magione – Energy Saving Race, sfida al consumo più basso per auto stradali, che avrà luogo il 18 e 19 Maggio. Non mancherà poi, il 5 Maggio, un’altra domenica dedicata al mondo del retrò con il Magione Motors Vintage, giornata riservata a collezionisti e appassionati di auto d’epoca.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*