Altotevere, volley a1/m, sconfitta al quinto set a Molfetta

AltotevereCITTA’ DI CASTELLO – Tutto rimandato a gara due di domenica prossima. L’Altotevere cede al quinto set all’Exprivia Molfetta in una gara che, come era nelle previsioni, è stata una gran battaglia dal primo all’ultimo punto. Domenica prossima i ragazzi di Radici dovranno vincere 3-0 o 3-1 per passare il turno oppure vincere il golden set se vincessero 3-2.

C’è subito una sorpresa in campo per  l’Altotevere che non ha in campo in avvio Van Walle (per lui un turno di riposo), c’è Fromm come opposto ed ovviamente Dolfo in diagonale con Massari, mentre il coach argentino di Molfetta, Cichello, lascia in panchina in avvio il cubano Despaigne.

Il primo punto è dell’Exprivia con Zanuto, pareggia Massari.  Poi è Mazzone a siglare il primo break con un servizio vincente che manda Molfetta sul 4-2, arriva il muro di Rossi dopo un buon servizio di Carminati, entrato proprio per la battuta, per la parità a quota 4. Le due squadre si danno battaglia in questa fase: Fromm porta avanti Città di Castello (5-6) anche se Molfetta rimane sempre a stretto contatto (8-8). Carminati, rimasto in campo anche nel giro avanti, sigla il 10-9 sul muro di Saitta, risponde Sabbi con la palla del 10-10. Alla sosta tecnica di metà set l’Altotevere conduce 10-12 con un ace confermato dal video check. I padroni di casa, al rientro dal time out, recuperano una lunghezza (12-13) e si mettono a caccia dei ragazzi di Radici che scappano ancora grazie ad una palla out di Sabbi (14-17 e time out Cichello). Molfetta recupera una lunghezza (15-17)   e si riavvicina ancora con l’ace del neo entrato Izzo (18-19 e time out Radici). Scatta ancora la squadra biancorossa, che nel frattempo ha in campo anche Van Walle e Marchiani per un doppio cambio, e va sul 18-21. Casoli riporta sotto l’Exprivia (21-22) che nulla può poi sull’attacco di Van Walle poi una palla out dei pugliesi regala tre palle set all’Altotevere (21-24). Il primo set va ai ragazzi di Radici per 22-25 con un Carminati autore di cinque punti e del 100% in attacco.

I pugliesi di casa vanno sullo 0-2, Piano li riagguanta sul 2-2 ma l’Exprivia riparte subito e va sul 5-2 col servizio velenoso di Piscopo. Van Walle, rimesso in campo da Radici, ristabilisce la parità con l’ace del 5-5. Molfetta riguadagna un break di vantaggio con Mazzone (8-6), Piscopo poi allarga ancora il gap sul 10-7 e poi Sabbi mette lontano di cinque punti l’Altotevere alla sosta di metà set (12-7). L’Altotevere cerca di recuperare lo svantaggio e ci riesce parzialmente col punto di Carminati (16-13) ma l’aggancio diventa sempre più difficile, nonostante i tentativi della squadra di Radici. Van Walle accorcia le distanze (21-19) e poi c’è anche il 22-21 (time out Molfetta). Fromm non trova il campo dal servizio (23-21) poi l’Exprivia va sul 24-21 e chiude il set col muro del neo entrato Despaigne.

Anche l’inizio del terzo set è favorevole ai padroni di casa che si portano sul 5-2 con Sabbi. L’Altotevere fallisce un paio di attacchi e si ritrova sotto di 4 punti (9-5) ma il capitano Van Walle si incarica di ristabilire la parità murando due volte Sabbi (9-9). Si procede punto a punto (10-10), al time out tecnico l’Altotevere è sull’11-12. Molfetta va sul 14-13 per una palla out dei biancorossi, Massari pareggia sul 16-16 ma Molfetta torna avanti ancora (18-16).  Un ace di Sabbi porta il punteggio sul 21-18 (time out Radici) ed allora il set si complica, anche nell’ottica del doppio confronto. Despaigne schiaccia il 24-21, l’ace di Fornes manda Molfetta avanti sul 2-1.

Due punti di fila di Van Walle danno subito un vantaggio all’Altotevere (1-4), sul 2-5 Cichello ferma il gioco e richiama i suoi in panchina. I biancorossi non si scompongono e volano sul 4-9 con un muro e un attacco di Matteo Piano. I pugliesi lottano (7-9) e Cichello toglie anche Sabbi per Despaigne che però si fa murare da Van Walle (7-12 e sosta tecnica di metà set). Cichello cambia qualcosa, fuori Saitta per Izzo, ma in quel frangente ottiene ben poco (12-16) anche perché un muro di Corvetta ricaccia sotto Molfetta di cinque punti (12-17). Un interminabile video check assegna il punto numero 19 ai biancorossi di Radici che si ritrovano però Molfetta alle calcagna (19-17, time out Radici).  Una parallela di Fromm toglie il servizio al pericoloso Zanuto (20-17) ma l’Exprivia rimonta ancora (20-19). Il cubano Despaigne pareggia i conti (21-21) ed il set torna in bilico. Nel finale decidono Massai ed un muro di Piano (23-25).

Ancora una volta, come spesso è accaduto nelle sfide tra queste due formazioni, è il quinto set a decidere il match.

Exprivia si porta sul 2-1, il video check conferma il 2-2 di Massari. Due ace e una pipe di Despaigne mandano Molfetta avanti (7-3). Radici chiama time out ma al cambio di campo sono sempre quattro i punti da recuperare (8-4). L’Altotevere cerca di rientrare a contatto con l’Exprivia (11-7) ma nel finale cede ai padroni di casa (15-11).

3-2

(22-25/25-21/25-21/23-25/15-11)

EXPRIVIA MOLFETTA: Saitta 3, Sabbi 19, Zanuto 18, Casoli 13, Piscopo 11, Mazzone 4, Cesarini (L), Izzo 1, Despaigne 14, Fornes 3, Porcelli (2L), Del Vecchio. A disp.: Diamantini. All. Cichello

ALTOTEVERE CITTA’DI CASTELLO: Corvetta 3, Dolfo 2, Fromm 16, Massari 19, Rossi 8, Piano 9, Tosi (L), Carminati 7, Van Walle 21, Marchiani 2, Lo Bianco. A disp.: Franceschini. All. Radici.

Arbitri: Padoan di Chioggia (Ve) e Puecher di Padova

Note: Molfetta (b.v. 9, b.s. 10, muri 15, errori 6), Castello (b.v. 3, b.s. 12, muri 16, errori 11)

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*