Al “Pala Joan” di Città di Castello spazio alla tutela della salute mentale

La pallavolo come momento di integrazione, come strumento di promozione sociale e di lotta alla marginalità, adottato in diversi settori dello svantaggio psicosociale. Sono questi gli obiettivi del torneo interregionale che martedì 19 aprile si terrà a Città di Castello, presso il “Pala Andrea Joan”. Sei squadre rappresentative dei centri diurni di Umbria, Marche e Lazio, si sfideranno a suon di bagher e schiacciate. Il territorio regionale presentarà ben quattro formazioni: Peter Pan (Altotevere), Fuorigioco (Perugia), Baraonda (Terni) e L’Awen (Orvieto). Presente anche un rappresentativa di Ancona e un’altra di Frascati. La manifestazione sportiva è stata organizzata dall’ A.N.P.I.S. (Associazione Nazionale Polisportive per l’Integrazione Sociale) Umbria e vedrà integrarsi, ospiti, operatori, infermieri e medici dei diversi centri diurni. Massiccia la presenza del Consorzio Auriga, che opera con risultati importanti sia sull’Altotevere (Peter Pan), che nel capoluogo perugino (Fuorigioco). “Sono manifestazioni molto importanti per il nostro movimento – ci tiene a precisare il coordinatore regionale A.N.P.I.S. Simone Stinchi – che ci consentono di portare all’attenzione il tema della salute mentale. Ci tengo a ringraziare il Comune di Città di Castello e lo staff del palazzetto dello sport, per la collaborazione e disponibilità”. Alla sfida pallavolistica è atteso un pubblico numeroso e non mancherà di certo la Presidente del Consorzio Auriga, Liana Cicchi, già al seguito dell’associazioni Peter Pan e Fuorigioco nell’uscita calcistica al “Curi”, in occasione di Perugia-Ascoli.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*