Carabinieri: un arresto per spaccio e tre denunce per furto e truffa

Controlli dei Carabinieri su tutto il territorio

Servizi straordinari di controllo del territorio da parte dei Carabinieri di Spoleto: un arresto per spaccio di sostanza stupefacente e tre denunce per furto e truffa.

Negli ultimi giorni sono state numerose le pattuglie dei Carabinieri impiegate in tutto il territorio di competenza, con la finalità di garantire un controllo maggiore, che consenta di prevenire la consumazione di furti in abitazione e presso esercizi commerciali della giurisdizione. Nell’ambito dei capillari e rinforzati servizi perlustrativi, coordinati dal Comando Provinciale di Perugia, è stato disposto l’impiego massivo di personale, soprattutto in fascia serale, che ha portato a monitorare le principali arterie stradali, non tralasciando però la vigilanza nei piccoli centri e nelle frazioni dello spoletino. Dai controlli alla circolazione stradale del fine settimana sono scaturite denunce in stato di libertà per due persone, sorprese alla guida dei propri autoveicoli in stato di ebbrezza alcoolica, accertato mediante etilometro.

Lunedì sera, nel corso del servizio, la pattuglia impegnata in una delle principali vie di accesso alla città, ha fermato un’autovettura con un giovane alla guida che, alla vista dei militari ha reagito manifestando pallore e una notevole tensione. I militari hanno così deciso di approfondire il controllo e, ispezionato il ragazzo, lo hanno trovato in possesso di dieci ovuli di hashish occultati negli indumenti per un peso complessivo di circa 100 grammi. A questo punto è scattata la perquisizione dell’autovettura, ove sotto il sedile, lato guida, era custodita una confezione contenente mezzo kilogrammo di hashish, sempre suddiviso in cinquanta ovuli pronti per essere spacciati. Per il giovane umbro è scattato l’arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, convalidato il giorno seguente dall’Autorità Giudiziaria di Spoleto. Dall’analisi della sostanza, effettuata dal laboratorio del Comando Provinciale di Perugia, è emerso che dalla stessa sarebbe stato possibile ricavare circa novemila dosi.

Scoperto l’autore di un furto.

Personale della Stazione Carabinieri di Spoleto ha ricostruito i movimenti di una persona di fiducia della vittima. L’autore del reato nel corso del tempo aveva sottratto dall’abitazione della denunciante numerosi monili in oro, cercando poi di venderli come propri presso dei compro –oro per ricavarne del contante. La vittima, accortasi dell’assenza di alcuni oggetti ha chiamato subito i carabinieri che, non rilevando segni di effrazione all’interno dell’abitazione, hanno ricostruito immediatamente la vicenda. Altre due persone, entrambe residenti fuori regione, sono state denunciate per truffa on-line. I due hanno messo un’inserzione sul sito it rispettivamente per un ciclomotore e un robot da cucina. In seguito, fornendo false generalità e utilizzando utenze intestate a terzi, si sono fatto inviare dagli ignari acquirenti su una post-pay un acconto per poter effettuare la spedizione. Guadagnando poi la fiducia delle vittime si sono fatti mandare anche il saldo, senza, ovviamente mai consegnare quanto promesso. Di fronte all’ulteriore richiesta di denaro, le vittime hanno compreso l’imbroglio e si sono rivolte ai carabinieri, che hanno ricostruito rapidamente l’identità dei truffatori, subito denunciati all’autorità Giudiziaria.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*