Vittime di Mafia. perseguire il bene comune con onestà e legalità

Nella giornata della Memoria, una nota della Presidente Donatella Porzi

Picchia la compagna incinta e distrugge i mobili di casa

Vittime di Mafia. perseguire il bene comune con onestà e legalità

“In occasione della 21esima ‘Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie’, di cui la Regione Umbria ha voluto sottolineare l’importanza approvando nel 2010 un’apposita legge regionale, è giusto sottolineare che il modo migliore per ricordare tutti quegli uomini e quelle donne è perseguire sempre il bene comune, con onestà e legalità, in maniera libera ed indipendente”.

È quanto dichiara Donatella Porzi, presidente dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, che ha partecipato alla manifestazione di Libera che si è tenuta questa mattina nella Piazza IV Novembre di Perugia.

“Siamo al fianco di Libera – spiega Porzi – che ogni 21 Marzo, primo giorno di primavera, celebra questa Giornata perché nel risveglio della natura si rinnovi la primavera della verità e della giustizia sociale. Partecipare a questa iniziativa è doveroso, ma è importante soprattutto far proprio quel messaggio che il giovane magistrato Rosario Livatino condensò in poche parole: ‘Quando moriremo non ci verrà chiesto se siamo stati credenti, ma credibili’. Il nostro impegno a favore della legalità – conclude – non può che partire dai giovani e dalle scuole, cercando di aiutare le nuove generazioni a formarsi nel rispetto di qui valori e quegli ideali che possono costruire un mondo migliore. E la legalità è sicuramente uno dei cardini attorno a cui edificare il nostro futuro”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*