Visita Cardinale Bassetti ai bambini della Oncologia Pediatrica per la Pasqua

Ha scelto la struttura di Oncologia Pediatrica per un saluto a tutti i pazienti ricoverati al S. Maria della Misericordia in vista della Pasqua. S.E il Cardinale Bassetti dopo la messa celebrata martedì sera nella Chiesa dell’Ospedale per il personale sanitario e le loro famiglie, ha voluto intrattenersi con i bambini attualmente ricoverati presso la Oncologia Pediatrica, accolto dal Direttore Dr. Maurizio Caniglia, dalla Dott.ssa Donatella Bologni della Direzione Medica, dal caposala Lorenzo Duranti, dalle maestre della scuola interna che è stata istituita da oltre 15 anni, per permettere ai ragazzi di non interrompere l’attività scolastica, con Franco e Luciana Chianelli che da quando hanno perduto il loro figlioletto Daniele si dedicano all’assistenza dei bambini malati di leucemia .

“Non è la prima volta che vengo a trovare i bambini malati ricoverati nell’Ospedale di Perugia ed è un compito sempre molto difficile doversi confrontare con la loro sofferenza e quella delle loro famiglie, con le preoccupazioni che la malattia si trascina dietro.

Solo affidandomi alla Misericordia del Signore riesco a trovare la forza per incoraggiare tutti alla speranza ad affidarci alla volontà di chi ci ama sempre e comunque “ : il cardinale Bassetti si è intrattenuto per più di un’ora con il personale ed i piccoli pazienti, da lui sollecitati con domande e curiosità. Le operatrici sanitarie hanno proposto cori e canzoni ai quali si è unito lo stesso cardinale, che ha definito la musicoterapia “ un momento di riposo e serenità “.

Infine una bambina di 10 anni, da pochi giorni sottoposta al primo trapianto di midollo osseo, ha voluto fare omaggio al Presule di un quadro da lei stessa realizzato, raffigurante la Resurrezione. Per i bambini che giornalmente frequentano gli ambulatori per proseguire le terapie dopo il trapianto, il Cardinale Bassetti ha voluto lasciare un messaggio di augurio che ha consegnato alle maestre della scuola.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*