Unioni civili in Umbria, Omphalos, auguri coppie e vigileremo applicazione legge

abbiamo lottato decenni per ottenere questo primo passo in avanti

Unioni civili in Umbria, Omphalos, auguri coppie e vigileremo applicazione legge
unioni civili
Con il parere del Consiglio di Stato sul decreto ponte la legge sulle unioni civili è entrata definitivamente in vigore e anche in Umbria iniziano a celebrarsi le prime unioni civili. I comuni di Corciano e Terni sono stati i primi in regione a mettersi in regola con la normativa e a permettere alle coppie dello stesso sesso di celebrare le unioni civili e questa mattina, proprio a Corciano, si è tenuta la prima cerimonia tra una coppia di ragazzi.
«Vogliamo inviare a tutte le coppie che in questi giorni stanno celebrando la loro unione civile un grande messaggio di auguri da tutta Omphalos per questo importante passo – commenta Patrizia Stefani, presidente dell’associazione – assistere a questo momento è una grande soddisfazione per un’associazione come la nostra che da oltre vent’anni si batte per il riconoscimento dei diritti umani e civili alle persone LGBTI (lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e intersessuali). Ma il nostro lavoro non si ferma qui, la strada verso la completa uguaglianza è ancora lunga e questa legge è solo un piccolo passo verso l’obiettivo della piena parità di diritti, per la quale Omphalos si è sempre battuta e sempre si batterà.»
Nelle scorse settimane all’associazione sono stati segnalati rallentamenti e problemi nell’iter di applicazione della nuova normativa nel comune di Perugia, poi smentiti con una nota dall’assessore Wague. L’associazione ha attivato una pagina web (www.guidaunionicivili.it), una delle più visitate a livello nazionale, dove i cittadini e le cittadine possono trovare tutte le informazioni sulla legge e sulla sua corretta applicazione. Omphalos ha inoltre messo a disposizione il suo sportello legale per assistere tutte le coppie che incontreranno difficoltà nell’iter di costituzione dell’unione civile.
«Omphalos sarà sempre al fianco delle persone e delle coppie LGBTI che ingiustamente si vedono negare un diritto – conclude Emidio Albertini, co-presidente dell’associazione – abbiamo lottato decenni per ottenere questo primo passo in avanti e continueremo a lottare affinché esso sia pienamente applicato. Invitiamo ancora una volta tutte le coppie che incontreranno problemi in uno dei comuni dell’Umbria a segnalarcelo immediatamente.»

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*