Un orto al nido: successo per il progetto educativo di Nuova Dimensione

Un orto al nido: perché no? Nuova Dimensione ha messo in sinergia due progettualità nelle quali la cooperativa perugina ha maturato esperienza e know-how, vale a dire il lavoro nei nidi e l’ortoterapia. Da questi presupposti è nata l’idea di realizzare un orto nello spazio esterno del nido l’Albero Azzurro nel Comune di Corciano, gestito in concessione dalla stessa Nuova Dimensione. A condurre l’attività con i bambini e le educatrici è stato David Pollini, operatore esperto in materia.

“Si avvertiva un bisogno di stare a contatto con la natura – dichiara Pollini – di vedere la ciclicità delle stagioni e come crescono le piante. In accordo con la Cooperativa Nuova Dimensione abbiamo deciso di avviare il progetto all’interno dell’asilo, con la messa in atto di un orto, partendo dai semenzai fino alla piantumazione”.

L’idea di destinare una parte del giardino alla coltivazione di piante e ortaggi, è nata anche per assecondare un percorso didattico che nel corso dell’anno ha visto i bambini misurarsi con la “storia di un cuoco” alle prese con le verdure, che raccoglieva appunto dal suo orto.

“I bambini hanno risposto molto positivamente a questa attività – ci tiene a sottolineare Ombretta Cesarini, educatrice dell’Albero Azzurro – e grazie all’aiuto di David Pollini hanno visto crescere giorno dopo giorno i frutti del loro lavoro. Alcuni si sono dimostrati già pronti, contando evidentemente su qualche esperienza maturata con genitori o nonni”.

Riscoprire i valori della terra, il contatto con la natura, ha una valenza pedagogica molto preziosa con i piccoli del nido.

“Il bello è – ammette Francesca Censini, coordinatrice pedagogica dei nidi del Comune di Corciano – che i genitori ci stanno fornendo dei feedback molto positivi, raccontandoci che i bambini in casa cercano di ripetere quello che fanno al nido. L’attività dell’orto ha permesso ai piccoli di imparare a condividere ed utilizzare strumenti nuovi e soprattutto ad aspettare i loro tempi e i tempi di tutti”.

Dopo un mese e più di lavoro, il parco giochi dell’Albero Azzurro si è tinto di altri colori: quelli della natura, che grazie al lavoro dei provetti ortolani è diventata la bella cornice del nido.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*